⦿ Ultim'ora

Ucraina: Bombe russe su Kharkiv, distrutti diversi edifici, ci sono persone sotto le macerie’

Nel primo pomeriggio di oggi le truppe russe hanno bombardato Kharkiv, in Ucraina orientale: distrutti diversi condomini e diverse persone sono intrappolate sotto le macerie


Lo ha riferito su Telegram il sindaco Igor Terekhov, citato da Rbc-Ucraina aggiungendo che  una donna è morta e si sta scavando sotto le macerie per salvare alcune persone rimaste intrappolate. “A Kharkiv una donna è morta in seguito agli attacchi degli occupanti. Un uomo di 78 anni ha avuto una reazione acuta allo stress” e “almeno diverse case private sono state distrutte”.

Bombe russe anche su Kurakhove,  nellaregione di Donetsk dove almeno due persone sono morte e due sono rimaste ferite, ha scritto su Facebook Roman Padoun, capo della locale amministrazione militare: “La parte centrale della città è stata colpita e diversi edifici sono stati danneggiati. Due persone sono rimaste ferite e altre due sono state uccise”. Padoun ha aggiunto che il bombardamento è avvenuto “al mattino presto” di oggi. La città di Kurakhove si trova vicino alla linea del fronte e a circa quaranta chilometri a ovest della grande città di Donetsk, occupata dai russi.

A Mykolaiv l’esercito russo ha colpito un deposito di petrolio ucraino. Le forze russe hanno colpito un deposito di petrolio che rifornisce le forze ucraine a Balovne, nella regione di Mykolaiv, ha riferito oggi l’agenzia di stampa Interfax citando il ministero della Difesa russo.

Il ministro della Difesa di Mosca, Serghei Shoigu, citato dall’agenzia Interfax. ha affermato che le forze russe stanno penetrando nelle roccaforti ucraine “lungo l’intera linea di contatto” e le truppe ucraine stanno cercando di mantenere le linee di difesa ma si ritirano sotto la pressione dell’esercito russe.  

Shoigu  in una teleconferenza tematica con la leadership delle forze armate russe, ha aggiunto che dall’inizio dell’anno le forze armate russe hanno preso il controllo di 547 chilometri quadrati di territorio nelle “nuove regioni del Paese”. Lo riporta l’agenzia di stato Tass.