⦿ Ultim'ora

Ucraina. Bombe russe su Nikopol e Odessa, “eliminati” 845 soldati ucraini e abbattuti 2 missili Atacms Usa

Mosca: “eliminati” 845 soldati ucraini nei combattimenti delle ultime 24 ore e abbattuti due missili Atacms americani lanciati dalle forze di Kiev

Lo ha detto il ministero della Difesa russo nel suo bollettino quotidiano, specificando  che le forze di Mosca hanno “eliminato” 845 soldati ucraini nei combattimenti delle ultime 24 ore, in maggioranza nella regione orientale di Donetsk. Il ministero aggiunge che sono stati abbattuti due missili Atacms americani lanciati dalle forze di Kiev.

A Nikopol due persone sono state uccise e altre due sono rimaste ferite in seguito ad un attacco lanciato oggi dalle forze russe sulla città dell’Ucraina orientale: lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare della regione di Dnipropetrovsk, Sergy Lysak, come riporta Ukrainska Pravda. “L’artiglieria nemica ha ucciso due persone: un uomo di 62 anni e una donna di 65”, ha dichiarato Serhi Lyssak,  che ha pubblicato le foto di una casa con il tetto in fiamme e di altri edifici danneggiati. Nikopol, sul fiume Dnipro, è regolarmente bersaglio di attacchi da parte dell’esercito russo provenienti dalla sponda opposta del corso d’acqua, dove ha sede la centrale nucleare Zaporizhzhia, occupata dai russi.

Odessa ancora sotto attacco. Nella notte l’esercito russo ha attaccato la regione di Odessa, lanciando 20 droni. L’aeronautica militare di Kiev su Telegram comunica che i sistemi di difesa antiaerea ucraini hanno distrutto 17. Come ormai di consueto il bersaglio droni sono le infrastrutture portuali e i depositi di armi.