⦿ Ultim'ora

Ucraina. Mosca bombarda impianti energetici ucraini per rappresaglia. Raid anche su Kiev, Donetsk e Zaporizhzhia

“La scorsa notte le forze russe hanno attaccato infrastrutture energetiche in Ucraina in “risposta ai tentativi del regime di Kiev di danneggiare gli impianti energetici russi”

Il ministero della Difesa di Mosca ha confermato che si è trattato di una risposta e che nei bombardamenti sono stati usati missili a lungo raggio lanciati da aerei e droni, senza specificare quali regioni siano state colpite.

Kiev a confermato gli attacchi agli impianti energetici, specificando che re regioni che la scorsa notte sono state colpite dai missili e droni russi sono quelle di Kiev, Dnipropetrovsk e Poltava, Zaporizhzhia, Mikolayiv e Kherson, Donetsk e Khmelnytskyy e Vinitsia.”La Russia ha attaccato questa notte il territorio ucraino con 27 droni kamikaze, che sono stati completamente abbattuti dalle difese aeree ucraine, e 9 missili di diverso tipo, di cui 5 sono stati intercettati”, riferisce l’Aeronautica militare specificando che il massiccio attacco ha preso di mira il sistema elettrico ucraino.

Secondo la società privata Dtek, durante l’attacco una delle sue centrali termoelettriche ha subito gravi danni. Tre dei suoi dipendenti sono rimasti feriti. Dallo scorso marzo Dtek ha perso il 90% della sua capacità di produzione a causa degli attacchi russi. La società energetica pubblica Ukrenergo ha segnalato danni alle infrastrutture nelle regioni di Kiev, Dnipropetrovsk, Donetsk e Vinitisia.

Dal 22 marzo, la Russia ha lanciato massicci attacchi contro le infrastrutture energetiche ucraine che hanno distrutto circa l’80% della capacità di produzione del Paese e le autorità ucraine sono state costrette a introdurre blackout giornalieri programmati in tutto a causa del conseguente deficit energetico.

Sempre nella notte l’amministrazione militare di Kiev afferma di aver respinto un attacco di droni russi sulla capitale ucraina. “L’allarme aereo notturno è scattato per una minaccia di attacchi”, scrivono le autorità su Telegram. Secondo le informazioni preliminari, i droni nemici sono stati lanciati da sud, hanno volato attraverso le regioni di Mykolaiv, Kirovohrad, Dnipropetrovsk, Poltava, Chernihiv e hanno tentato di attaccare Kiev da nordest”. Le unità di difesa aerea ucraine specificano che sono stati distrutti tutti gli obiettivi mentre si avvicinavano alla capitale.

Raid russi anche sull’oblast  Donetsk, dove due civili hanno perso la vita e quattro sono rimaste ferite in seguito a un attacco russo. Lo ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk, Vadym Filashkin, citato da Ukrinform. ”I russi hanno ucciso due residenti dell’oblast di Donetsk, a Toretsk e Rozkishne. Altre quattro persone sono rimaste ferite”, ha dichiarato Filashkin.

 RBC-Ucraina citando il governatore della regione, Ivan Fedorov, riporta di esplosioni nella regione ucraina di Zaporizhzhia. Pochi minuti prima dell’esplosione, l’aeronautica militare ucraina ha avvertito che un missile nemico stava volando in direzione “Dnipro/Zaporizhia”. Nella notte, scrivono i media ucraini, nella maggior parte delle regioni dell’Ucraina è stata dichiarata l’allerta aerea a causa della minaccia di attacchi missilistici. 

Infine per tutta la giornata di ieri ci sono stati intensi combattimenti sul fronte ucraino: le forze russe hanno intensificato i loro sforzi nella direzione di Kramatorsk e continuano a mantenere un’intensa attività nella direzione di Pokrovsky. Lo riferisce RBC-Ucraina citando lo stato maggiore delle forze armate ucraine.