⦿ Ultim'ora

Ucraina. Notte d’inferno per massiccio attacco aereo russo: lanciati 53 missili e 47 droni. Colpiti impianti energetici in diverse regioni

Le forze russe la notte scorsa hanno lanciato un massiccio attacco du impianti energetici nelle regioni ucraine di Zaporizhzhia, Dnipropetrovsk, Donetsk, Kirovohrad e Ivano-Frankivsk

Lo ha reso noto su Facebook il ministro dell’Energia ucraino, Herman Galushchenko, come riporta Ukrainska Pravda. I danni agli impianti presi di mira si stanno valutando in queste ore, ma sarebbero ingenti. Le forze russe hanno attaccato inoltre un’infrastruttura critica non meglio identificata nella regione di Vinnytsia, dove è scoppiato un incendio a causa della caduta di frammenti di un drone nemico abbattuto, ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale, Serhiy Borzov.

L’Aeronautica militare di Kiev su Telegram ha reso noto che le forze russe hanno lanciato un totale di 53 missili di vario tipo e 47 velivoli senza pilota el tipo Shahed-131. “Gli invasori russi hanno lanciato un potente attacco alle infrastrutture critiche in varie regioni dell’Ucraina, utilizzando missili aerei, marittimi e terrestri, nonché droni di tipo Shahed”, ha affermato il tenente generale Mykola Oleshchuk, comandante dell’Aeronautica ucraina.

Oleshchuk ha precisato che “trentacinque missili da crociera Kh-101/Kh-555 sono stati lanciati da bombardieri strategici Tu-95MS dalla regione russa di Saratov e dallo spazio aereo sul Mar Caspio; quattro missili balistici Iskander-M (dalla Crimea); un missile da crociera Iskander-K dalla Crimea; 10 missili da crociera Kalibr dalla parte nordorientale del Mar Nero; tre missili aerei guidati Kh-59/Kh-69 dallo spazio aereo (della regione occupata) di Zaporizhzhia; e 47 droni d’attacco unidirezionali del tipo Shahed-131/136” dalla zona di Prymorsk-Akhtarsk in Russia.

Come da consuetudine il comandante ha detto che “sono stati abbattuti 81 obiettivi aerei, inclusi 30 missili da crociera Kh-101/Kh-555; quattro missili da crociera Kalibr; un missile da crociera Iskander-K, e 46 roni d’attacco del tipo Shahed-131/136”.