⦿ Ultim'ora

Ucraina “verso il collasso, persi 6 villaggi”, truppe russe avanzano nella regione di Kharkiv. oltre 4mila persone evacuate 

Le forze russe continuano a martellare la regione di Kharkiv e per le difese di Kiev che da tempo prevedevano un’offensiva di primavera-estate di Mosca, la guerra è sempre più difficile: oltre 4 mila sono state già evacuate

Il ministero della Difesa russo ha comunicato che le sue truppe hanno catturato sei insediameti: Borisovka, Ogurtsovo, Pletenevka, Pylnaya e Strelechya, al confine nel Kharkiv e l’insediamento di Keramik  conquistato nel Donetsk. Nessuna chiara smentita è giunta dalle forze ucraine sulle rivendicazioni territoriali di Mosca.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov dà gli ucraini già per spacciati: “La situazione sta cambiando rapidamente e, di fatto, porta a un collasso totale per Kiev”  Peskov accusa i Paesi europei di voler provocare “deliberatamente” una escalation di tensioni dal momento in cui realizzano il rischio di un totale collasso dell’Ucraina nel corso dell’operazione militare speciale e denuncia che il momento attuale “è cruciale”. Lo ha detto in una intervista a Vgtrk, definendo il comportamento degli europei  “altamente provocatorio” e di “fare il tutto per tutto nel momento in cui vedono la situazione cambiare rapidamente, di fatto a rischio di un totale collasso per gli ucraini”.

Sul campo di battaglia, l’unità Gostri Kartuzi delle forze speciali Omega della Guardia nazionale ucraina, ieri sera ha ammesso di essere stata costretta ad abbandonare alcune posizioni nel nord della regione di Kharkiv per il pesante assalto russo e che aree popolate sono passate sotto il controllo nemico. “Alle 14 (di sabato) sono iniziate battaglie per Glubokoye, di importanza strategica. Le perdite russe sono massicce, ma continuano a fare pressione e in alcuni punti hanno avuto successo”, si legge nel messaggio dell’unità su X che ha anche postato un video in cui si vede una colonna di fanteria russa in movimento a sud del villaggio di Morokhovets.

A causa dell’avanzata russa dalla regione di Kharkiv oltre 4mila persone evacuate  dalle zone di confine, come ha dichiarato il governatore Oleg Synegubov: “inseguito all’offensiva russa iniziata venerdì, in totale, 4.073 persone sono state evacuate”, ha scritto Synegubov sui social, un giorno dopo che le forze russe hanno rivendicato la conquista di cinque villaggi nella regione.

Nella notte alla frontiera ucraina in direzione di Kharkiv i russi hanno effettuato sei bombardamenti, che hanno causato 5 feriti e 2 morti. Lo riportano i media di Kharkiv. 19 attacchi sono stati respinti in direzione di Kupyansk; 12 attacchi respinti in direzione di Slobozhansk. Finora, 1.377 persone sono state evacuate dal distretto di Chuguyiv, 2.097 dal distretto di Kharkiv, 29 dal distretto di Bogoduhiv e 570 persone sono state evacuate da volontari. Complessivamente le persone evacuate sono 4.073.

Il ministero della Difesa russo ha comunicato che “I lanciarazzi BM-21 Grad 122-mm MLRS del gruppo di forze del Dnepr della formazione delle guardie delle truppe aviotrasportate hanno inflitto una sconfitta con il fuoco al nemico sulla riva destra e sulle isole nel delta del fiume Dnepr”.  Distrutte le roccaforti e l’hardware dell’AFU. Sventato il tentativo di rotazione della fanteria nemica. “Più di 10 soldati ucraini e due camioncini sono stati eliminati”.