Un minorenne ruba un’auto e si ribalta: gravi le condizioni, richiesto l’intervento dell’elisoccorso


Un diciassettenne originario di Santo Stefano Quisquina, ruba ad Agrigento, una Fiat Seicento, posteggiata in via Brancati, al Villaggio Mosè e poi fugge.

auto-si-ribalta

Ma il ragazzo, forse per la velocità raggiunta nello scappare, lungo la statale 115, in direzione Palma di Montechiaro, all’altezza di contrada Ciavolotta – subito dopo il bivio Crocca e prima del bivio per Naro – perde il controllo dell’auto, che violentemente si ribalta. Il giovane rimane gravemente ferito

Immediati arrivano i soccorsi del 118 e dei vigili del fuoco del comando provinciale di Villaseta che hanno estratto il giovane dalle lamiere della Fiat Seicento, consegnandolo ai sanitari che non hanno potuto fare altro che accertare le gravi condizioni del minorenne, è richiedere l’intervento dell’elisoccorso. Il giovane quindi, è stato trasferito con urgenza al pronto soccorso dell’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta.

Il ferito è arrivato al nosocomio nisseno in codice di rosso e al momento è monitorato dai medici che lo stanno sottoponendo alla Tac per accertare quanto gravi siano le ferite ed i traumi riportati. La prognosi rimane riservata.

Sul posto anche gli agenti della sezione “Volanti” della Questura, che hanno subito accertato che l’utilitaria non apparteneva al minorenne, né a familiari. Dalla targa gli agenti risalivano alla proprietaria, la quale dichiarava che l’auto per lei, era parcheggiata in via Brancati, quindi il minorenne l’aveva rubata senza che la donna, si fosse accorta di nulla.

Rimane ancora ignota la dinamica dell’incidente a cui stanno lavorando gli agenti della polizia. Sembra però scontato che l’incidente stradale sia scaturito dall’alta velocità e probabilmente, da una manovra azzardata. Il giovane come da codice penale, verrà denunciato alla Procura presso il tribunale per i minorenni di Palermo, per l’ipotesi di reato di ricettazione.

 


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti