⦿ Ultim'ora

USA. La polizia di New York fa irruzione al campus della Columbia University sfondando una finestra: 100 arresti

Irruzione della polizia alla Columbia University e al City College di New York, occupati da giorni dagli studenti pro Gaza, oltre 100 manifestanti sono stati arrestati, la maggior eseguiti alla Columbia, una ventina dei quali avrebbero cercato di impedire agli agenti di entrare

 Lo hanno riferito le autorità locali. Il massimo dirigente della Columbia University, con una lettera resa pubblica, ha chiesto alla polizia di New York di presidiare ik campus “almeno fino al 17 maggio 2024”. Lo scopo è quello di “mantenere l’ordine e assicurare che non si crei una nuova occupazione”, ha scritto Minouche Shafik alla polizia di New York, mentre gli agenti di polizia sono intervenuti per far sgomberare alcuni studenti.

Gli agenti in assetto antisommossa hanno fatto irruzione per sgomberare l’Hamilton Hall occupata da studenti filo-palestinesi e si sono trovati davanti a una sorta di catena umana fatta dai ragazzi che hanno realizzato una vera e propria barricata. Decine di persone si erano sistemate intorno alla Hamilton Hall, quando la polizia è arrivata e ha iniziato a spingere i manifestanti all’esterno. La polizia è riuscita a entrare da una finestra al secondo piano dell’edificio aiutandosi con una scala.

Gli studenti avevano bloccato la Hamilton Hall dalle prime ore del mattino di ieri. Ci sarebbero decine di manifestanti arrestati nel Campus della Columbia. La polizia ha fatto irruzione dopo che dall’Università sarebbe partita una richiesta di intervento, il segnale che gli agenti attendevano dopo aver circondato il campus. “Ci rammarichiamo che i manifestanti abbiano scelto di aggravare la situazione attraverso le loro azioni. Dopo che l’Università ha appreso durante la notte che Hamilton Hall era stata occupata, vandalizzata e bloccata, non ci è rimasta altra scelta” ha riferito, il portavoce dell’università in una dichiarazione resa nota dalla Cnn. “Il personale di pubblica sicurezza della Columbia – ha proseguito – è stato costretto a lasciare l’edificio e un membro del nostro team addetto alle strutture e’ stato minacciato. Non metteremo a rischio la sicurezza della nostra comunità per un’ulteriore escalation”.