V Commissione Consiliare: “I cittadini non possono pagare la negligenza degli organizzatori di Azzurro Fest”


La quinta commissione nella giornata di ieri si è riunita per discutere sul punto relativamente alla situazione igienico sanitaria delle piazze, ville e vicoli del centro storico, invitando a presenziare ai lavori, gli assessori Caracappa , Cognata e il dirigente del VII Settore PM Avv Calia.

azzurrofest-2

Durante i lavori, la commissione ha ritenuto opportuno fare un comunicato stampa per denunciare la situazione igienico-sanitaria in cui versa la Piazza A Scandaliato.

“La lezione di civiltà lasciataci dagli organizzatori della Google camp a chiusura della manifestazione, non è servita a nulla, soprattutto ai nostri concittadini che organizzano manifestazioni nella nostra città, i quali utilizzando la nostra terrazza sul mare, con relativo abbattimento del costo del suolo pubblico del 90%, non hanno ritenuto opportuno, lasciare la piazza pulita.

Ieri purtroppo abbiamo verificato -dicono dalla commissione -, che a distanza di due giorni la nostra piazza dopo la manifestazione di Azzurro festival si trova in una situazione igienico sanitaria allarmante, sporca di frittura , percolato e maleodorante , non avendo potuto avere delle spiegazioni da parte degli assessori, assenti giustificati e nemmeno da parte della polizia municipale , poiché il dirigente era anch’ egli assente, la commissione ritiene doveroso chiedere nella prossima seduta delle spiegazioni in merito alla grave mancanza del mancato servizio di controllo non espletato dalla PM all’indomani della manifestazione.

Anche di fronte al Bar Santangelo, accanto, alla fermata dei bus, troviamo il pavimento della piazza maleodorante, macchiato, poiché quest’angolo nelle ore notturne diventa il cassonetto a cielo aperto da parte dei ristoratori, che lasciano così come da ordinanza i sacchi della spazzatura che poi vengono ritirati.

Quest’ultimo proprio per la vicinanza della fermata è un angolo frequentato dai nostri concittadini e da molti turisti.

Riteniamo doveroso porre all’attenzione – concludono dalla Commissione – il problema igienico sanitario grave venutosi a creare, riteniamo doveroso riconvocare la seduta di commissione per discutere della situazione igienico sanitaria, ma soprattutto riteniamo opportuno che la pulizia della piazza sia fatta a spese degli organizzatori della manifestazione, poiché i cittadini non possono pagare a caro prezzo la negligenza degli organizzatori di Azzurro Festival”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

2 Risposte a “V Commissione Consiliare: “I cittadini non possono pagare la negligenza degli organizzatori di Azzurro Fest””

  1. Si va bene la piazza si è sporcata e si deve trovare un punto d’incontro come pulirla.
    Ma chiedetevi se non c’era questa manifestazione cosa c’era a sciacca in quei giorni, il vuoto.
    Siamo sempre polemici anche quando si fanno delle cose per rendere viva questa città che muore ogni giorno.

    1. Le polemiche si fanno per migliorare le cose, se ci si accontenta, si regredisce.
      La prova è che negli stessi giorni, a 40 km da Sciacca, cioè a Partanna, è stata fatta una manifestazione simile, chiamata “la notte bianca”, in cui il cantante clou è stato Edoardo Bennato con la sua Band, un altro pianeta in tutti i sensi, rispetto a Gazzè e tutto completamente gratuito.
      Se gli altri riescono a farlo, perché a Sciacca il cittadino deve pagare pure l’aria ed ai privati concedere tutto gratis?

I commenti sono chiusi.