Crea sito

Vittoria (RG). Collaboratore di giustizia ucciso con colpi di arma da fuoco alla nuca: indaga la polizia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Orazio Sciortino, cinquantenne, pentito di mafia, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco alla nuca


Il cadavere dell’uomo è stato ritrovato da un passante nella ieri sera in una campagna della strada Vittoria-Santa Croce Camerina. La vittima Orazio Sciortino, di 50 nni, è un pentito di mafia, che alla fine degli anni ’90 aera un affiliato del clan Carbonaro Dominante, poi aveva deciso di collaborare, divenne collaboratore di giustizia e contribuì a fare piena luce sulla guerra dei clan mafiosi, tra Vittoria e Gela, che portarono alla strage del bar Esso di Vittoria, nel 1999.

L’agguato sarebbe scattato qualche ora prima del ritrovamento. Da una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che Sciortino presentasse dei colpi di arma da fuoco alla nuca, il che lascia pensare ad una esecuzione in perfetto stile mafioso. Sul posto la Polizia e i Vigili del Fuoco per i rilievi.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti