⦿ Ultim'ora

Washington Post: “ Kiev a corto di truppe libera i criminali per farli combattere in prima linea”

L’Ucraina a corto di truppe da quando è stata adottata la legge in maggio, sta liberando i criminali nelle carceri per farli combattere sulle prime linee

Lo riporta il Washington Post, secondo cui Kiev ha già liberato più di 2.750 carcerati, inclusi spacciatori e assassini. L’uso di criminali è l’ennesima conferma delle difficoltà dell’Ucraina di reclutare nuove forze nonostante abbia abbassato l’obbligatorietà per i cittadini dai 25 anni ai 60. I carcerati sono obbligati a combattere solo nelle brigate d’assalto, quindi nella maggior parte dei casi si troveranno faccia a faccia con i soldati russi, inoltre possono servire solo in divisioni composte da ex carcerati e guidate da un soldato.