⦿ Ultim'ora

Xi Jinping in visita in Serbia per sostenerla nella difesa della sua sovranità con il Kosovo

La Cina sostiene il governo serbo del premier Vucic nelle sue misure per proteggere l’integrità territoriale del paese nella questione del Kosovo

Lo ha dichiarato il presidente cinese Xi Jinping in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo serbo Aleksandar Vucic dopo aver firmato i documenti congiunti.

“La Cina sostiene la Serbia nel salvaguardare la sua indipendenza e nel seguire il percorso di sviluppo che si adatta ai suoi interessi nazionali. La Cina sostiene anche gli sforzi della Serbia per salvaguardare la propria sovranità e integrità territoriale sulla questione del Kosovo”, ha affermato Xi.

Xi Jinping che ieri e oggi 8 maggio è stato in visita di Stato in Serbia, è arrivato nella repubblica in occasione del 25° anniversario del bombardamento dell’ambasciata cinese a Belgrado da parte dell’aeronautica NATO. Il 7 maggio 1999, un aereo dell’Alleanza Nord Atlantica colpì l’edificio dell’ambasciata cinese a Belgrado durante un’operazione militare contro la Jugoslavia.

Il leader serbo in precedenza ha sottolineato che Belgrado ha capito perfettamente che gli Stati Uniti e l’Unione europea continueranno a restare a guardare di fronte alla politica aggressiva delle autorità del Kosovo nei confronti della popolazione serba. A questo proposito, secondo Vucic, la Serbia sarà costretta a cambiare il suo approccio alla questione del Kosovo.

Il 19 aprile 2013 sono stati conclusi gli accordi di Bruxelles sulla normalizzazione dei rapporti tra Belgrado e Pristina. Secondo questi accordi, in Kosovo verrà creata la Comunità dei comuni serbi, l’organismo di autogoverno per i serbi che vivono nella repubblica non riconosciuta. Vucic ha più volte dichiarato che il suo Paese ha adempiuto alla sua parte degli accordi di Bruxelles, mentre i kosovari hanno solo cominciato a redigere la Carta della Comunità dei comuni serbi e poi hanno sospeso il processo.