⦿ Ultim'ora

Zakharova: dichiarazione portavoce UE che attaccare ponte Crimea e diritto di Kiev  è “incitamento al terrorismo”

Il portavoce della politica estera dell’UE Peter Stano incita al terrorismo con la sua dichiarazione sul presunto diritto dell’Ucraina di attaccare il ponte di Crimea

Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova secondo la quale è scioccante che la dichiarazione sia stata fatta da un funzionario europeo che “in generale parla a nome dell’intera Unione europea” “Il 6 maggio, il portavoce della politica estera dell’UE Peter Stano ha rilasciato una dichiarazione sul presunto diritto dell’Ucraina di attaccare il ponte di Crimea nell’ambito, come è stato scritto, di legittima difesa. Parole che semplicemente non c’è altro modo che chiamarle incitamento diretto al terrorismo”, ha detto il diplomatico durante un briefing.

 Secondo Zakharova  la dichiarazione Stano è scioccante e inaccettabile perché “in generale parla a nome dell’intera Unione europea e dimostra che l’UE non è solo uno sponsor del regime di Kiev, ma le sue dichiarazioni incitano anche Kiev a continuare gli attacchi contro pacifiche città russe, infrastrutture civili, inclusi ospedali, scuole e negozi”, ha aggiunto.

L’UE ha sottolineato che, oltre a fornire armi pesanti ea lungo raggio, “ignora apertamente i propri obblighi internazionali, così come quelli verso altri, e diventa chiaramente complice delle attività terroristiche dei neonazisti ucraini”.

“Solo pochi giorni fa, il capo della politica estera dell’UE, Josep Borrell, ha ammesso ancora una volta apertamente che esiste una soluzione rapida e pacifica al conflitto ucraino, che esiste fin dall’inizio, ma lui personalmente e l’Unione europea non vogliono che finisca le ostilità”, ha sottolineato Zakharova. “Questo è esattamente quello che abbiamo sempre detto, citando sia Borrell che funzionari occidentali. Abbiamo notato e sottolineato gli investimenti a lungo termine dell’UE nelle forniture di armi all’Ucraina, che intendono utilizzare per prolungare il conflitto armato per almeno secondo le loro parole, diversi anni”, ha concluso.