⦿ Ultim'ora

Zelensky abbassa da 27 a 25 anni età leva, ma 11mila giovani sono scappati in Romania e 30 sono morti fuggendo

“L’esercito ucraino ha bisogno di più uomini e di personale per le riserve. Un gran numero di brigate sono vuote. Dobbiamo farlo in modo che i ragazzi abbiano una rotazione normale. Cosi’ il loro morale migliorerà”

Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj in un’intervista all’Afp. “Dobbiamo riempire le riserve. C’è un numero significativo di brigate che sono vuote. Dobbiamo fare in modo che i ragazzi al fronte possano avere rotazioni normali. Solo così migliorerà il morale”.

Per reclutare più uomini, ieri venerdì 17 maggio, in Ucraina è entrata in vigore la legge voluta proprio da Zelensky, di riforma della leva che abbassa da 27 a 25 anni l’età per la coscrizione obbligatoria, ma i primi risultati non sono positivi, molti giovani per evitare l’arruolamento obbligatorio e la successiva partenza per il fronte, hanno cercato di fuggire dal Paese in tutti i modi tra i quali il tentativo di attraversare il fiume Tibisco – che separa l’Ucraina dall’Ungheria e dalla Romania e già oltre 30 nel farlo sono morti , 19 sul confine romeno, la maggior parte dei quali annegati nel fiume Tibisco e gli altri congelati nella zona montuosa. Lo certifica l’agenzia di frontiera ucraina dopo l’ennesima morte di un giovane che cercava di scappare per sfuggire alla leva. 

Le autorità romene hanno inoltre  riferito che circa 11mila ucraini hanno attraversato il confine in modo irregolare e gli agenti di frontiera stano intercettando quotidianamente uomini che tentano di lasciare il Paese attraverso il fiume, appunto, oppure utilizzando documenti falsi per superare i valichi ufficiali. Sono presenti anche attraversamenti “non” ufficiali  con il confine della Slovacchia.