Agrigento. Domani “l’invasione” dei bersaglieri alla Valle dei Templi per il Raduno interregionale

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’evento, che si svolgerà domani, ha carattere interregionale e coinvolge le sezioni delle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Molise, Calabria e Sicilia

I bersaglieri “invadono” Agrigento e la sua Valle dei Templi. Prende il via domani mattina, venerdì 4 ottobre, il raduno interregionale sud dell’associazione dei fanti piumati che coinvolge i soci provenienti dalle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Molise, Calabria e Sicilia. Ma ne verranno anche da altre regioni del nord, come testimonia la presenza della prestigiosa fanfara “Tramonti-Crosta” di Lonate Pozzolo in provincia di Varese.

Si comincia con la cerimonia dell’Alzabandiera al giardino botanico. All’interno dello stesso polmone di verde incastonato nell’abitato agrigentino, messo a disposizione dal Libero Consorzio di Agrigento, sarà poi inaugurato il monumento al bersagliere donato dall’Accademia di Belle Arti e realizzato dal prof. Domenico Boscia. La cerimonia sarà scandita dalle note della fanfara del VI reggimento bersaglieri di stanza a Trapani.

Sabato 5 ottobre in mattinata nell’auditorium dell’Istituto di Istruzione secondaria Superiore “Foderà” la sezione agrigentina dell’Anb sarà intitolata alla Medaglia d’argento al valor militare ten. Gaetano Camizzi, Caduto nella Prima Guerra Mondiale, alla presenza dei discendenti dell’Eroe. Seguirà una conferenza del gen. Maurizio Scardino,  comandante di Esercito Sicilia, sul ruolo dei bersaglieri nel moderno modello di difesa.

Nel pomeriggio la sfilata dei radunisti per il viale della Vittoria e la via Atenea, accompagnati dalle fanfare di Lonate Pozzolo e di Barcellona, fino alla con cattedrale di San Domenico dove sarà celebrata la Santa Messa. Subito dopo la consegna del Medagliere nazionale al sindaco Calogero Firetto e l’esibizione delle due fanfare, che al termine ridiscenderanno per la via Atenea, insieme al coro dei bersaglieri della sezione Anb di Mineo (Catania). Nel contempo, quindi sempre sabato pomeriggio, a Grotte, Racalmuto, Ravanusa e Campobello di Licata sfileranno e si esibiranno rispettivamente anche le fanfare di Santa Croce Camerina, Belpasso, Palermo e Zafferana tnea

Domenica mattina il momento conclusivo della manifestazione, che sarà anche quello più significativo. Alle 9 l’ammassamento nell’area esterna di Casa Sanfilippo con la rassegna dello schieramento che sarà effettuata dal vicepresidente nazionale Daniele Carozzi, quindi la sfilata per la via Sacra, in piena Valle dei templi, con la partecipazione di tutte le sei fanfare già presenti, cui si aggiungerà anche quella di Caltanissetta.

L’evento è stato realizzato con l’apporto determinante della Regione Siciliana, dell’Ars e dell’Ente Parco Archeologico e paesaggistico Valle dei templi.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti