Francia. Violente proteste contro l’obbligo vaccini e il green pass per accedere nei locali pubblici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proteste in tutta la Francia contro l’obbligo vaccinale per il personale sanitario e l’istituzione del green pass per accedere nei locali pubblici. I francesi rispondono all’annuncio di lunedì scorso del presidente Emmanuel Macron

 

La Francia, ieri 14 luglio, è scesa in piazza, in tutte le città più importanti. I francesi “esperti” in rivoluzione, con i gilet gialli sempre pronti alla battaglia, hanno reagito a modo suo alla dichiarazione di sospensione della democrazia annunciata da Macron. A Parigi – come riporta Le Figaro – vi sono state due manifestazione non autorizzate e la polizia ha usato i lacrimogeni, mentre in quella autorizzato a place de Clichy , i manifestanti hanno scandito slogan contro “la dittatura sanitaria”.

Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Francia. Secondo la polizia a Montpellier, a protestare in piazza c’erano 1200 persone, mille a Marsiglia, 800 ad Annecy e 720 a Rouen. A Lione, dove si stima vi fossero 1400 giovani dimostranti, così come a Nantes, la polizia è intervenuta con i lacrimogeni.

Qualcuno, sopratutto in Italia, ha sottovalutato il popolo francese e la sua capacità di organizzarsi e reagire in pochissimo tempo e altri come il generale Figliuolo, hanno anche esaltato il “modello francese” annunciando di volerlo emulare. I media italiani poi hanno fatto il resto, esaltando le dichiarazioni dei vari politici e dei vaccinologi tutti pronti a salire sul carro di Macron.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti