Sicilia. Il consiglio dei Ministri scioglie per infiltrazioni mafiose i comuni di San Cataldo e Mistretta


Ancora Comuni sciolti per infiltrazioni mafiose: si tratta di San Cataldo (CL) e Mistretta (ME) che non andranno al voto ad aprile

“Tenuto conto che, all’esito di approfonditi accertamenti, sono emerse forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che compromettono il buon andamento dell’azione amministrativa, ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di San Cataldo, i e Mistretta, a norma dell’articolo 143 del Testo unico degli enti locali, affidandone la gestione a una Commissione straordinaria per un periodo di diciotto mesi”.

Questa la nota ufficiale del Consiglio dei ministri, che si è riunito nel pomeriggio di oggi a Palazzo Chigi, su proposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Adesso saranno nominate le Commissioni prefettizie straordinarie, una per ognuna delle amministrazioni sciolte, che dovranno gestire i comuni per diciotto mesi.  Entrambe le rappresentanze sarebbero state rinnovate con le prossime elezioni amministrative del 28 aprile.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti