Svolto a Sciacca seminario sui nuovi fondi europei per la pesca


Buona partecipazione a Sciacca degli operatori di pesca professionale al primo dei tre seminari organizzati per le marinerie agrigentine dal Libero Consorzio Comunale di Agrigento e dalla Bio&Tec soc. coop. di Trapani.

peschereccio

Illustrati i dettagli dei desk informativi che saranno attivati per consentire ai pescatori di accedere ai nuovi fondi europei per la pesca (FEAMP). I lavori sono stati aperti da Maria Antonietta Testone, nella duplice veste di Assessore al Comune di Sciacca e di Capo di Gabinetto del Comissario del Libero Consorzio Comunale.

Funzionari del Settore Ambiente del Libero Consorzio ed esperti della Bio&Tec hanno illustrato i dettagli del progetto comunitario “Tartalife – Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale” (LIFE12 NAT/IT/000937), nel cui ambito ricade l’attivazione dei desk informativi (azione E.2, attivi sino al mese di agosto 2018), gli accorgimenti tecnici sperimentati dall’Istituto di Scienze Marine del CNR di Ancona per limitare la cattura e la mortalità di esemplari di Tartaruga marina con le attrezzature di pesca e le nuove opportunità offerti dal FEAMP 2014-2020 (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca), particolarmente indirizzato al raggiungimento di un punto di equilibrio tra capacità di pesca e risorse disponibili, cercando di limitare l’impatto delle tecniche di pesca sull’ambiente senza compromettere gli utili di mercato. Pieghevoli informativi sono stati inoltre distribuiti agli operatori presenti.

Il prossimo seminario informativo si svolgerà a Porto Empedocle venerdì prossimo 28 ottobre. Anche in questo caso destinatari dell’incontro saranno gli operatori della pesca, che dalle varie azioni del Tartalife potranno cogliere nuove opportunità di sviluppo sostenibile.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.