Il deputato Ars Francesco Cascio è stato condannato per corruzione: sospeso dalla carica


La sentenza di condanna a 2 anni e 8 mesi è stata emessa oggi n tarda mattinata dal tribunale di Palermo, la conseguenza immediata è che Francesco Cascio perderà il seggio all’Ars.

francesco-cascio

Se la sentenza sarà confermata nei gradi successivi porterà anche alla decadenza. La procedura infatti, prevede che il Commissario dello Stato metta in atto una delle sue residue competenze e comunichi formalmente all’Ars la sentenza.

A quel punto e solo questione di tempi tecnici che si aggirano intorno ad un paio di settimane, forse una ventina di giorni. Poi toccherà al Parlamento siciliano prendere atto della condanna e la sospensione dalla carica scatterà automaticamente.

Sarà felice della sentenza Giuseppe Di Maggio, cioè il primo dei non eletti nella lista del Pdl, che nel 2012 conquistò 5.053 voti e si piazzò alle spalle di Piero Alongi, che subentrerà a Cascio. Alongi che avrebbe dovuto essere davanti a Di Maggio, a sua volta, infatti, era già subentrato a un altro deputato del Pdl, anche lui decaduto per via di una condanna, Salvino Caputo.

Questa legislatura è agli sgoccioli, ma chissà, forse ci sarà tempo per altre “sostituzioni”.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti