Finanze comunali. Scoperto di tesoreria per 8milioni e mezzo, Turturici e Monteleone: “La situazione economica si è aggravata”


“Più volte siamo intervenuti per segnalare la difficile situazione finanziaria in cui versa il comune di Sciacca ed auspicare che vi fosse un deciso ‘cambio di passo’, puntando a  rafforzare l’azione di governo”.

monteleone-turturici

“Siamo rimasti purtroppo inascoltati, ed oggi prendiamo atto che la situazione si è aggravata e rischia di diventare esplosiva, così come temevamo”. Inizia così la dura nota dei consiglieri al civico consesso saccense Mario Turturici e Salvatore Monteleone.

Per questo i consiglieri di Patto per Sciacca hanno chiesto che ancor prima dell’esame del Bilancio di previsione – iter che si prevede lungo -, l’Amministrazione relazioni urgentemente in Consiglio comunale sulla situazione finanziaria dell’Ente, chiediamo pertanto al Presidente del Consiglio Comunale di inserire la problematica all’Odg del prossima seduta consiliare.

Al fine di avere la consapevolezza della reale situazione infatti, i consiglieri hanno fatto redigere un prospetto elaborato appositamente dalla Ragioneria del  Comune, che evidenzia l’andamento delle anticipazioni di cassa e dell’avanzo di amministrazione negli ultimi 12 anni ( 2004-2016). Da tale documentazione si può facilmente notare che oggi il Comune di Sciacca ha uno scoperto di tesoreria di  euro 8.591.937,85.

“E’ risaputo che in una così grave situazione di mancanza di liquidità, l’anticipazione di cassa  può essere utilizzata solo per pagamenti urgenti ed indifferibili, quali le spese per il personale e per tutte le altre scadenze fisse per legge o per contratto. – dicono i consiglieri – Null’altro!

Come è noto il disavanzo di tesoreria può paragonarsi alla scopertura di c/c in un azienda privata, ma quello che maggiormente ci preoccupa è l’andamento negli ultimi 4 anni, perché risulta peggiorare sino a stabilizzarsi negli ultimi due.Segno di uno squilibrio finanziario che appare diventare cronico, irreversibile.

Sino al 2010 la situazione finanziaria del Comune è quasi sempre positiva, mentre le anticipazioni di cassa iniziano ad avere un significativo segno (-) negativo a partire dal 2011, ed è in particolare negli ultimi due anni (2015 e 2016), che la situazione sembra precipitare. E tutto ciò nonostante i tributi locali siano lievitati a dismisura, e vi siano le (nuove) entrate della Tassa di soggiorno”.

“E’ il segno tangibile – concludono – di una difficoltà a riscuotere e di una “bizzarra” programmazione politica, che, salvo miracoli, comporterà addirittura un ulteriore aumento della TARI nell’anno 2017.”


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.