Crea sito

Stop Taglio vitalizi Senato. Commissione annulla la delibera, votano contro solo i senatori della Lega: esulta Paniz

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

La Commissione Contenziosa del Senato ha annullato la delibera sul taglio dei vitalizi. Su cinque componenti solo i due leghisti votano contro. Esulta Paniz: “Ora vanno restituiti anche gli arretrati”

Il taglio dei vitalizi del Senato – provvedimento fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle – approvato nell’ottobre del 2018, non esiste più. La Commissione Contenziosa del Senato l’ha annullato. Dei cinque componenti, tre hanno votato a favore dell’annullamento – sarebbero il presidente della commissione Giacomo Caliendo di Forza Itallia e due professori Gianni Ballarani e Giuseppe Della Torre, che non sono senatori, ma membri tecnici nominati dal Presidente del Senato, scelti tra magistrati a riposo delle supreme magistrature ordinaria e amministrative, professori ordinari di università in materie giuridiche, anche a riposo, e avvocati dopo venti anni d’esercizio.

Contro all’annullamento hanno votato solo i due senatori della Lega: Simone Pillon e Alessandra Riccardi, cioè l’ex 5S da ieri passata al gruppo di Matteo Salvini.

Ora Palazzo Madama oltre a ripristinare l’odioso privilegio, dovrà anche restituire quanto tagliato dalla sua introduzione (16 ottobre 2018) ad oggi.

Ovviamente a parte l’ex senatore di Forza Italia Maurizio Paniz, che in qualità di avvocato di parte degli ex parlamentari esulta e rincara “Vanno restituiti anche gli arretrati“, tutti gli altri gridano indignati e giurano di ripristinare la norma.

Il primo a commentare, forte anche del voto in commissione è il leader della Lega Matteo Salvini: “Il ripristino dei vitalizi per gli ex senatori è una vergogna. La Lega si oppone e si opporrà sempre al ritorno dei vecchi privilegi”.

“Abbiamo già abolito i vitalizi e non abbiamo alcuna intenzione di ripristinarli” posta su Fb il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a cui fa eco la compagna di partito la senatrice Barbara Lezzi: “Non si possono dare migliaia di euro per qualche giorno in Parlamento. È incivile”. Alla #Camera andiamo avanti col taglio” ha scritto su Twitter il deputato questore M5S Francesco D’Uva.

Sempre su Twitter Nicola Zingaretti ha commentato: “Sui #vitalizi una scelta insostenibile e sbagliata. La cassa integrazione è in ritardo e si rimettono i vitalizi. Non è la nostra Italia”

Ma per l’ex parlamentare Maurizio PanizÈ stato ripristinato lo Stato di diritto. La delibera che incideva su 300 ex senatori e 700 ex deputati, è stata annullata perché ritenuta ingiustificata a fronte della giurisprudenza consolidata della Corte Costituzionale e del diritto dell’Unione europea”.

Ma vediamo cosa potrebbe succedere a fronte di questa votazione. Il Senato può impugnare l’annullamento all’organismo di secondo grado, che in questo caso è il Consiglio di giurisdizione dello stesso Senato e a giudicare dalle reazioni si presume verrà fatto, ma nelle more vanno risarciti gli arretrati.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.