Un bullo aggredisce un disabile a scuola: intervengono i genitori e finisce in rissa


Una aggressione in classe delle più infamanti, un alunno già noto per la sua aggressività, picchia un ragazzo disabile e all’uscita il genitori del bullo picchia il papà del disabile.

bullismo-scuola
È successo a Palermo nella scuola L. Sciascia di via De Gobbis. Secondo le testimonianze raccolte dalle forze della polizia, fin dall’inizio dell’anno scolastico, il “bullo”, che frequenta la scuola media, sarebbe stato più volte redarguito dagli insegnanti per i suoi comportamenti violenti.

Ma il ragazzo il cui carattere aggressivo, violento ed incline al bullismo era già noto agli insegnanti, ha commesso l’ennesimo eccesso picchiando un compagno disabile. Questa volta però la vicenda non si sarebbe chiusa con la solita nota sul registro e la ramanzina di rito, ma la discussione sarebbe proseguita all’esterno della scuola, anche tra i genitori.

All’uscita da scuola infatti il padre del ragazzo disabile ha – giustamente – avuto da ridere con il papà del bullo, il quale ha dimostrato la veridicità del vecchio detto, “buon sangue non mente”. Tra i due genitori, è nata una violenta discussione, nella quale il padre del disabile vittima di bullismo sarebbe stato picchiato, finendo in ospedale con il naso rotto.

Secondo la prima ricostruzione della polizia, l’uomo sarebbe stato preso a pugni dal genitore del bullo ed è stato solo grazie all’intervento delle forze dell’ordine che la rissa ha avuto fine.

Gli agenti stanno indagando sull’incresciosa vicenda, per accertare tutti i fatti. Sono stati sentiti oltre ai presenti, anche i professori, il dirigente scolastico e ovviamente i genitori coinvolti.

 


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti