Caltabellotta. Natale 2019, arriva la XXVI Edizione della “Città Presepe”, tante le novità: ecco il programma

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Anche per il natale 2019, Caltabellotta si prepara ad una nuova edizione rivisitata e rinnovata del “Presepe narrato e interpretato”

Tutto pronto a Caltabellotta, cittadina montana, nota anche come “città presepe” per le manifestazioni del natale 2019 e questa mattina il Consigliere comunale Mario Abbruzzo e l’Assessore dell’Istruzione Cultura e Spettacolo, Livia Grisafi, hanno presentato il programma, che “Quest’anno – ha spiegato Abbruzzo – sarà un Presepe Vivente diverso rispetto agli altri anni, non solo per le interpretazioni da parte della Compagnia Teatrale di Caltabellotta “I Sognatori” , che rappresenteranno i momenti salienti della Natività, ma anche perché non mancheranno nuovi effetti di luce, tali da rendere ancora più suggestiva e magica l’atmosfera del Presepe Vivente”.

L’Assessore Grisafi invece ha specificato in quali giorni ci saranno le rappresentazioni del Presepe Vivente: “ 26/28/29 Dicembre 2019 e 4/5 Gennaio 2020”.

Il Consigliere Comunale inoltre, ha voluto rendere nota la novità presente in questa edizione: “alla fine del tragitto in cui avrà luogo lo scenario del Presepe Vivente, ci sarà un’area interamente dedicata alla Casa di Babbo Natale. Inoltre i produttori del territorio esporranno le proprie merci per promuoverle”.

Abbruzzo infine si è dichiarato fiducioso che: “Questa XVI edizione, sarà una manifestazione dall’aria natalizia che coinvolgerà i bambini e gli adulti e regalerà tanta emozione ai visitatori”.

Servizio di Valeria Tornambè


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Cronaca, Provincia, Spettacoli , , , ,
Valeria Tornambè

Informazioni su Valeria Tornambè

Valeria Tornambe' nata a Sciacca il 27/07/1990 (AG); studentessa universitaria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo; lavorato presso la Sicom di Sciacca e collaboratrice della testata giornalistica Fatti & Avvenimenti. Da sempre con una passione innata e sfrenata per la scrittura. Scrivere fa bene all'anima, rilassa la mente, aiuta la memoria, mette in ordine i pensieri e fa bene all'umore. Infatti basta prendere in mano una penna e un foglio per far volare in alto la nostra anima, immergendoci dunque in un mondo idilliaco, "tutto nostro " e interagendo con il nostro "io interiore" , vero e profondo. Scrivere è leggere in se stessi, libera l'anima ed è assolutamente gratis! Del resto: che mondo sarebbe senza la scrittura? Un mondo assolutamente privo di sentimenti, di cultura e di amore. La scrittura ci rende essere speciali, unici e ci apre la porta verso la felicità. Coniato il mio motto: "la scrittura è vita."

Precedente Agrigento. “Festa dello Sport“: domani il Tennis Club Sciacca sarà premiato per la promozione in D1 maschile Successivo Montevago. Acceso un albero di Natale di 16 metri e 20mila lampadine: il più grande della Valle del belìce