Sciacca, l’Estate si avvicina ma l’ass. Tulone è congelato. Termine: “Serve amministrare”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il consigliere comunale vuole al più presto un tavolo tecnico sull’imposta di soggiorno e chiede che i problemi interni alla giunta Valenti e la ricerca del sostituto di Tulone non blocchino l’attività amministrativa sul fronte turistito soprattutto con la stagione estiva alle porte

“Con l’apertura dei più importanti complessi turistici del territorio, è ufficialmente partita la stagione turistica 2019. Il Sindaco Francesca Valenti non aspetti oltre: convochi il tavolo tecnico sull’imposta di soggiorno. Cosa che, nell’ottica di una necessaria programmazione, avrebbe dovuto e potuto fare già dai primi giorni del nuovo anno”, a dirlo oggi è il consigliere Fabio Termine di Mizzica.

“Tavolo del quale anche io faccio parte, come Presidente della commissione consiliare turismo. – rivendica Termine – Ed è ormai da troppe settimane che attendo, insieme ai rappresentanti delle strutture ricettive e tanti altri, questo momento di incontro per organizzare, con un minimo di cognizione e con i dovuti tempi, la giusta spesa dell’imposta di soggiorno per i servizi relativi alla stagione turistica già iniziata”.

“I tempi della città son ben diversi dai tempi di qualsiasi compagine politica: si può congelare l’assessore Tulone ma non l’attività amministrativa di Sciacca”, tuona il consigliere di opposizione.

“Che si prendano, la Valenti & Co., tutto il tempo che vogliono per individuare l’ennesimo assessore: questo nuovo cambio in corsa con relative beghe interne però, non deve in alcun modo ricadere ancora una volta sullo sviluppo e sull’amministrazione della città.

Il Sindaco, se vuole amministrare, oggi ha il dovere di evitare un’altra stagione: di accessi al mare disorganizzati e non utili a chi fa impresa; di aree parcheggio assenti nei lidi; di ZTL tardiva, disorganizzata e inefficiente; di passerelle per i diversamente abili dimenticate; di cartelloni di eventi presentati in estate inoltrata; di promozione (appena 7.000 Euro spesi su 800.000 Euro di gettito!) praticamente inesistente... e di tanto altro.

In attesa del nuovo assessore, – il sindaco Valenti – faccia ciò che è di sua esclusiva competenza – convocare e presiedere il tavolo tecnico – se non vuole congelare, insieme all’assessore Tulone, anche l’intera attività amministrativa”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Politica, Sciacca , , , , ,

Informazioni su Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

Precedente Intercettato barcone con 90 migranti e portati a Lampedusa: Salvini: “Verranno rispediti a casa in poche ore” Successivo Rally dei Nebrodi. 13 e 14 aprile 2019: la Nebrosport gioca in casa