Sciacca, Natale. Il programma di Caracappa: pochi eventi, libri, letture e lo Sciacca FilmFest

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Che sarebbe stato un natale brutto lo sapevamo, però bisogna ammettere che è un brutto ricercato, non frutto del caso

Mentre nel giorno di Santa Lucia ancora a Sciacca si attende l’Albero in piazza, l’assessore Sino Caracappa ha mandato per email il programma del Natale saccense. E già dal fatto che una “cosa simile” – definirla diversamente risulta difficile – non l’abbia nemmeno voluta presentare con una conferenza stampa, al 13 di dicembre, è tutto dire.

Un programma eventi striminzito e ridotto all’osso. Ma come al solito nella gestione di Sino Caracappa a balzare agli occhi, oltre al colossale ritardo ormai sua personale tradizione, è il metodo di scelta degli eventi: complice la scusa del “no tengo dinero”, Caracappa ha trasformato i pochissimi fondi che aveva in un’accozzaglia – almeno così pare, dato che l’assessore non si è degnato nemmeno di dare una spiegazione – di sola musica tradizionale e classica e presentazioni di mostre e libri, insomma, proprio quello che famiglie e bambini vogliono vedere a natale. Il pop bellamente cancellato. Del resto quale bambino non ascolta le Rapsodie Ungheresi o il Mefisto Valzer di Liszt a Natale?

Poi ovviamente tra gli eventi vi sono: Sciacca FilmFest e Sciacca Comics; in questo senso ci sorprende che manchi qualche spettacolo di Pippo Graffeo, dato l’ampissimo uso che l’assessore ne ha fatto in estate. 

Unica speranza del natale, i commercianti del Centro Storico a cui sono state affidate sei giornate – 14, 15, 16, 21, 22, 23 dicembre – che alla Chiazza dovrebbero dar vita ad un po’ di animazione. Speriamo diversa dai soli canti tradizionali perché ricordiamo sommessamente che la “città presepe” è Caltabellotta, non Sciacca e che il “troppo stroppia”, come ci dicevano da bambini.

Dulcis in fundo, unica nota “interessante” di questo natale, frutto probabilmente di una concezione tutta personale del Caracappa, a Capodanno ci saranno i fuochi d’artificio in piazza. Non sono stati dati molti dettagli, ma ci dovrebbero essere. Insomma, a Ferragosto no, a Capodanno sì, magari il prossimo anno si fa al contrario, un po’ come capita…

Di seguito la locandina del programma, buona lettura.

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Prima Pagina, Sciacca, Spettacoli , , ,

Informazioni su Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

Precedente Catania. Tenta di uccidere il figlio tetraplegico affetto da ritardo: madre arrestata e sottoposta a TSO Successivo Messina. Infermiere travolto da un'auto mentre attraversava la strada: inutili i soccorsi, muore in ospedale