Trasportava da Palermo 500 grammi di hascisc: extracomunitario richiedente asilo politico arrestato


Nella tarda serata di ieri, un giovane di 23 è stato arrestato per traffico e detenzione di stupefacenti.

stupefacente-e-denaro-sequestrati

Ad eseguire l’arresto son stati i Carabinieri della Stazione di Licata, nel corso di un controllo del territorio, finalizzato al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Si tratta di cittadino extracomunitario del Gambia, JALLOW Abdoulie, richiedente asilo politico, domiciliato presso il centro S.p.r.a.r. “Cooperativa Sole” di Licata, arrestato in flagranza di reato.

I Militari dell’Arma, a seguito di una mirata attività info-investigativa, procedevano ad un attento controllo di alcuni dei passeggeri di un autobus di linea proveniente da Palermo, giunto al capolinea di Licata presso l’autostazione di Piazzale Martiri delle Foibe.

Alla vista dei Militari il cittadino extracomunitario assumeva un atteggiamento sospetto, tale da destare l’attenzione dei Carabinieri, venendo immediatamente fermato e sottoposto a perquisizione personale. Nel corso delle operazioni di perquisizione, l’uomo veniva trovato in possesso di circa 500 grammi di sostanze stupefacente del tipo “hashish”, suddivisa in cinque panetti, il tutto celato all’interno di uno zaino, che è sequestrato dai Militari. Il 23enne operaio del Gambia, è stato poi condotto presso la Caserma dei Carabinieri di Licata.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Agrigento, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti