Crea sito

Burgio, Coronavirus. Consiglieri di Opposizione chiedono: Sanificazione urbana e task-force comunale

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Pesante il commento del Capogruppo Galifi: “Non vogliamo ‘fare politica’ in un periodo difficile come quello che stiamo attraversando, ma dobbiamo comunque adempiere al ruolo che i nostri concittadini ci hanno affidato e, non riuscendo ad interloquire col Sindaco telefonicamente, la stampa e i social sono gli unici strumenti a nostra disposizione”

Anche a Burgio il Coronavirus fa paura e per questo la piccola comunità sta affrontando, come tutto il resto del mondo, una situazione di notevole disagio socio-economico.

Sulla questione intervengono oggi i consiglieri comunali di opposizione della Lista “Coltiviamo le idee”, Domenico Arrigo, Vincenzo Galifi e Calogero Piazza chiedendo ufficialmente al sindaco Franco Matinella di adottare nuove ed urgenti misure per far fronte alla grave situazione che si sta vivendo e limitare i disagi alla comunità.

In particolare si chiede:
1) Una fitta programmazione degli interventi di sanificazione, previo confronto con le Autorità sanitarie competenti, di TUTTE le strade urbane del nostro paese prestando la massima attenzione alle aree dei luoghi più frequentati (attività di vendita di prodotti alimentari; farmacia; ambulatori medici; bancomat; …);

2) Contingentare le attività e potenziare i DPI (dispositivi di protezione individuale) dei ragazzi aderenti ai progetti del servizio civico e/o borse lavoro, con particolare riferimento a chi presta servizio presso gli anziani; 

3) Bandire l’invito a rimanere a casa e le altre misure adottate, tramite altoparlanti e megafoni che raggiungano giornalmente tutte le abitazioni del nostro paese, per sensibilizzare maggiormente la popolazione al rispetto delle prescrizioni imposte;

4) L’istituzione di una task-force di coordinamento, composta dal Sindaco, da un rappresentante per ciascun Gruppo Consiliare, dal Comandante della Stazione dei Carabinieri di Burgio, dal Prete e dai medici di base presenti in paese, in modo da discutere di quanto già fatto, delle eventuali altre iniziative da adottare e di tutto ciò che concerne la gestione dell’emergenza sanitaria in atto;

5) Sospendere e rinviare il pagamento di tributi locali di prossima scadenza come la TARI, richiesta già presentata e di cui non è stato ricevuto ancora nessun riscontro. Bisogna agire tutti con la massima consapevolezza che il senso civico individuale e collettivo saranno il nostro vaccino contro il Coronavirus. 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti