Casteltermini (AG), 26enne litiga con la fidanzata, sferra un pugno ad una vetrina che gli trancia il braccio: è grave

Un banale litigio, poi forse pervaso dalla collera si sfoga sferrando un pugno ad una vetrina che si rompe e gli trancia il braccio: trasferito, in elisoccorso, al “Sant’Elia” di Caltanissetta, è grave

È accaduto poco prima dell’alba, in piazza Duomo, durante la Sagra del Tataratà, nota festa paesana di Casteltermini, nell’agrigentino. Secondo quanto al momento ricostruito, due giovani fidanzati, per motivi ignoti, hanno litigato tra di loro, ad un certo punto però il giovane è andato in escandescenza e forse per sfogare la rabbia, ha dato un pugno ad una vetrina di un locale, che si è rotta. Il vetro gli ha tranciato quasi completamente il braccio.

Un signore che ha assistito alla scena ha provato soccorrerlo, tentando di fermare il sangue in attesa dei soccorsi. Sul posto è arrivata un’ambulanza e la polizia l’ha scortata facendo spazio tra la folla, fino all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, dove i medici, a causa delle gravità delle ferite, hanno deciso di trasferirlo in elisoccorso al “Sant’Elia” di Caltanissetta. Le sue condizioni sono gravi.