Folla oceanica per Edoardo Bennato a Partanna


Un oceano di gente ieri sera a Partanna per la Notte Bianca e lo strepitoso concerto di Edoardo Bennato e la sua Band.

bennato

L’evento è iniziato alle ore 20.00 con la “ Notte dei Musei e dei Sapori”, per continuare con le visite al museo, al Castello Grifeo ed ai luoghi d’arte della città trapanese. In linea con gli altri comuni d’Italia anche a Partanna le bandiere sono state messe a mezz’asta ed è stata vietata ogni forma di intrattenimento musicale fino alle ore 24,00 nel rispetto del lutto nazionale proclamato per rispetto alle vittime del grave sisma che ha colpito il centro Italia in questi giorni.

Bennato-folla

Almeno 12mila persone hanno assistito al concerto del cantautore partenopeo ieri notte in Piazza Falcone e Borsellino e, secondo il comune, l’affluenza al centro storico della città si sarebbe quantificato in circa 20mila presenze. Una folla davvero oceanica quella che noi abbiamo potuto costatare dal palco, già prima dell’inizio del concerto di Bennato, iniziato verso mezzanotte e mezza. Da segnalare poi, i tantissimi saccensi giunti nel trapanese per l’evento.

Uno spettacolo vivo, intenso anche dal punto di vista culturale con Bennato lucido ed attento all’attualità sociale. Un concerto seguitissimo dal pubblico entusiasta ed estremamente rock quello portato sul palco dall’autore de “Il rock del capitano uncino”, che ha proposto alcuni dei suoi brani storici accompagnati da tante nuovi canzoni tutte coinvolgenti e che hanno riscosso il grande favore del vasto pubblico presente all’evento.

Schivo l’artista napoletano, che però ci ha concesso un’intervista che pubblicheremo a breve sempre su ControVoce, ai nostri microfoni hanno parlato anche l’Assessore allo Spettacolo del Comune di Partanna Angelo Bulgarello ed il Sindaco Nicolò Catania.

“Devo essere sincero, tantissima gente, tantissime presenze che hanno affollato le vie della nostra città ed una forte aggregazione sociale, – ci ha dichiarato a fine evento il sindaco Nicolò Catania – mi ha fatto molto piacere arrivare alla conclusione di questa serata dedicandola anche alle vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia, trasformandolo in un momento di fattivo impegno e solidarietà e questo è molto importante e mi rende doppiamente contento della riuscita dell’evento, ringraziando anche la produzione di Bennato che ha accettato questa mia proposta”.

Come detto quindi, anche tanta solidarietà ieri: durante la Notte Bianca è stata avviata una raccolta fondi per le popolazioni duramente colpite dal terremoto attraverso una serie di punti raccolta in collaborazione con varie associazioni no profit del territorio (Caritas, Croce Rossa Italiana, Misericordia, Pro Loco Partanna). “Così manifestiamo la nostra solidarietà, – ha continuato Catania – la nostra vicinanza, sperando di alleviare un po’ le sofferenze attraverso un’azione concreta e solidale”.

bennato2

Rispetto poi all’estate partannese, costata circa 100mila euro – ma senza intaccare il bilancio comunale – ed agli eventi delle “Notti Bianche”, il sindaco ha voluto dire che: “La rassegna ha avuto anche il benestare di privati, istituti di credito, di enti, di associazioni e anche dell’Assessorato Regionale al Turismo ed ai Beni Culturali affinché tutto potesse essere a carico degli enti preposti a fare promozione turistica; la nostra è la terza rassegna per rilevanza turistica in Sicilia, – ha concluso il sindaco – abbiamo ricevuto questo merito dalla Regione Siciliana e malgrado il bilancio comunale non sia stato intaccato il risultato è stato veramente ottimo”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.