Gazebo per il NO al Referendum Costituzionale a Sciacca ed in tutta la provincia


Ad un mese dal referendum costituzionale il Comitato del NO alla riforma intensifica la propria attività informativa in tutta la provincia.

comitato-no-sciacca

Oltre ai banchetti informativi sono previsti anche incontri/dibattito dove saranno ospiti personaggi sia del mondo intellettuale che del mondo politico e civico.

Presso i banchetti verranno date ai cittadini tutte le informazioni utili per esprimere correttamente il proprio voto al referendum. Agli incontri invece ci sarà la possibilità di approfondire le tematiche sul “No” attraverso interventi puntuali che fanno chiarezza sulla riforma spiegando come gli slogan del governo Renzi siano solo delle frasi ad effetto non corrispondenti alla realtà.

I comitati sono a disposizione di tutti per qualsiasi chiarimento o spiegazione su una riforma che, toccando ben 47 articoli della costituzione, intacca pesantemente le nostre libertà fondamentali come il diritto di voto. L’auspicio è che, se si intende andare a votare – si ricorda che per il referendum costituzionale non è previsto alcun quorum per cui anche un numero esiguo di elettori che si recheranno alle urne decideranno per tutti – , lo si faccia essendosi informati sulle motivazioni dei due fronti e non per partito preso.

“Si tratta della nostra legge fondamentale e riguarda i diritti di tutti, non lasciamo che altri decidano per noi e, soprattutto, decidiamo con cognizione di causa”, affermano dal Comitato.

Ieri si è svolto invece l’Incontro/dibattito a Raffadali alle ore 17,00 presso la Biblioteca Comunale con gli ospiti: On. Capodicasa – deputato PD -, Massimo Raso – Segretario prov. CGIL -, Angelo Lauricella – Presidente Prov. ANPI -, Ida Carmina – Sindaco di Porto Empedocle M5S -, Ausilia Eccelso – Coord. Prov. comitato del NO.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.