Palermo. Rapina minimarket e scoppia colluttazione: rapinatore magrebino ucciso a bastonate


Un colpa andato decisamente male quello compiuto ieri notte da un magrebino, ucciso a bastonate. Sul cadavere sarà eseguita l’autopsia.

E’ finito nel peggiore dei modi una tentato rapina a un minimarket di via Maqueda a Palermo, poco distante dalla Facoltà di Giurisprudenza. Sarebbe stato ucciso a bastonate il rapinatore, un trentenne magrebino, che ha fatto irruzione nel locale gestito da cittadini del Bangladesh.

Ad intervenire sul posto, nella notte, è stata la Polizia di Stato, che ha trovato l’uomo già morto a terra, un bastone sporco di sangue e una bottiglia in frantumi che potrebbe forse essere stata usata dallo stesso rapinatore durante la colluttazione. 

All’interno dell’esercizio commerciale anche il gestore del minimarket e un avventore, rimasti lievemente feriti a seguito della collutazione scoppiata con il magrebino. Entrambi sono così stati accompagnati presso gli uffici di Polizia per essere interrogati sulla rapina e sulla colluttazione.

Adesso, evidentemente, è fondamentale ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti, per questo gli agenti della squadra mobile stanno prendendo visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza ed è stata già disposta l’autopsia sul corpo dell’uomo.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti