Palermo. Rettore della Università Midiri incontra il Presidente Nazionale dei Giornalisti di Turismo Fijet Glaviano

Il Magnifico Rettore della Università di Palermo Midiri incontra a Palazzo Steri il Presidente Nazionale dei Giornalisti di Turismo Fijet Glaviano

Intendimento del nuovo Rettore che guarda alla internazionalizzazione e formazione trasformare l’Università da Ateneo di insegnamento a Research University, cioè come erogatore di ricerca.

Al centro del cordiale incontro anche il turismo, settore in piena evoluzione, che sebbene colpito dalla pandemia, si è confermato trainante dell’economia del nostro Paese, essendo una vera e propria industria che necessita di seria programmazione e di un lavoro sinergico tra enti preposti allo sviluppo, che si caratterizza per la qualità dell’ambiente, la cultura dell’accoglienza, nonché per un competitivo rapporto qualità-prezzi”.

A tal proposito il giornalista Giacomo Glaviano affermato che la Sicilia è il vero centro turistico del Mediterraneo, lo snodo che unisce la costa sud dell’Europa a quella nord dell’Africa, zona ricchissima di storia, tradizioni e bellezze naturali che può diventare il comprensorio turistico per i viaggiatori a lungo raggio provenienti dalle Americhe e da altri Paesi. La Regione Sicilia – ha aggiunto – può giocare una leadership naturale per trasformare l’attuale turismo artigianale e frammentato in una solida industria.

In conclusione Glaviano ha confermato la massima collaborazione all’estero della Federazione Internazionale dei Giornalisti di Turismo – che svolge un ruolo importante nella promozione del turismo internazionale, nel rispetto dei principi universali di moralità e professionali, senza frontiere, sostenibile e durevole basato sul rispetto dell’ambiente e della conservazione delle culture locali

Massimo Midiri, già professore ordinario di Diagnostica per Immagini, Radioterapia e Neuroradiologia, nonchè direttore delle rispettive Scuole di Specializzazione e coordinatore del Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare e Biotecnologie, e del Museo della Radiologia dell’Università di Palermo, unico in Italia e dei pochi in Europa, ha le idee chiare e punta a trasformare l’Università da Ateneo di insegnamento a Research University, cioè come erogatore di ricerca.

“Non è una cosa semplice – ha detto – perché la ricerca è una vera e propria mission, un pilastro fondamentale dell’attività universitaria che prevede un organizzazione nuova, cioè un ufficio dedicato alla Ricerca e soprattutto puntare su figure professionali nuove, i project manager, e nuovi corsi di laurea specifici. E’ importante cominciare a creare delle ‘scatole’ adeguate e permettere anche attraverso la didattica a distanza, di fare un percorso misto; una didattica che sia teorica ed erogata distanza e un aspetto professionalizzante che si realizzi nei nostri laboratori”.

Al turismo e alla città metropolitana il Rettore Midiri intende apportare un interessante contributo con l’apertura ai cittadini e turisti di Palazzo Chiaramonte Steri.
“Non è soltanto la sede del Rettorato, ma anche di un pezzo di storia della intera regione: ci sono stati gli arabi, gli spagnoli, racconta la storia dell’Inquisizione. Abbiamo allocato anche in questa sede prestigiosa una delle opere artistiche più importanti della storia contemporanea dell’arte italiana, ‘La Vucciria’ di Renato Guttuso’. Vogliamo essere una sorta di veicolatore di informazioni, di culture, di manifestazioni, esperienze ed eventi, vedrete che nei prossimi mesi Palazzo Steri sarà sede di concerti, ospiterà opere artistiche, teatrali e tanto altro“.

Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento