Prr Sicilia. Politiche di genere e le proposte dell’Ugl per le risorse da destinare a disoccupati, donne, giovani e fragilità

Una cabina di regia per la programmazione ed il monitoraggio delle risorse previste dal programma di Occupabilità dei Lavoratori (Gol), da destinare a disoccupati, donne, giovani e fragilità

È quanto è emerso nel corso dell’atteso evento di presentazione del Rapporto Ugl sul PRR SICILIA, dal titolo “La vera partita inizia ora”, realizzato lo scorso 24 settembre, in modalità video conferenza, dalle Responsabili Uffici Pari Opportunità e Welfare delle 9 Utl siciliane, con il contributo della consigliera di Parità di Caltanissetta, coordinato dal responsabile regionale del Dipartimento Parità di genere dell’Ugl Sicilia, Fina Maltese ed ideato e realizzato con l’impulso del Segretario Confederale, Ornella Petillo.

Il documento che contiene le proposte del sindacato sul PRR Sicilia, tra cui una cabina di regia sull’utilizzo e monitoraggio delle risorse – dichiara il Segretario Ugl Sicilia Giuseppe Messina, che ha chiuso i lavori – inaugura un metodo di lavoro fondato sulle competenze espresse dai territori, secondo un taglio intellettuale che origina dall’attento lavoro di analisi minuziosa delle fragilità, diversità, precarietà e politiche di genere.

L’Ugl, forza sociale dialogante e propositiva, punta sui valori espressi dal “gioco di squadra”, sulle competenze ed il coinvolgimento dei territori – conclude il sindacalista – per rispondere alla “chiamata alle armi” che tocca tutti coloro che hanno competenze, conoscenze e visione del territorio per accompagnare, in maniera responsabile e partecipativa, le politiche attive del lavoro, legate alla ripresa economica dopo la crisi dovuta alle conseguenze della pandemia.

Nel corso del suo intervento, l’assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del lavoro, Antonio Scavone, ha comunicato ai presenti che alla Sicilia sono stati destinati, nei.giorni scorsi, oltre 33 milioni di euro per realizzare politiche attive del lavoro, nell’ambito della trattativa Stato-Regioni sul recupero dei residui di passati finanziamenti per la concessione o la proroga di cassa in deroga e non ancora utilizzati. Risorse ridistribuire con Decreto Direttoriale n.27/2021 della Direzione Ammortizzatori ociali del Ministero.del Lavoro, per rilanciare l’occupazione oltre che sostenere i lavoratori in difficoltà. Inoltre, circa 100 milioni dovrebbero essere assegnati all’Isola nell’ambito del Programma Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (Gol), occasione storica per dare senso compiuto alle politiche attive del lavoro.

Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti