Ribera. E’ morto all’ospedale di Caltanissetta l’operaio edile caduto da impalcatura un mese fa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

L’uomo, Antonino Firetto di 58 anni di Ribera, è spirato all’ospedale di Caltanissetta dopo la caduta dello scorso 29 ottobre da un impalcatura su cui stava lavorando

E’ morto all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, l’operaio edile riberese che il 29 ottobre scorso era caduto da un’impalcatura in un cantiere privato in via Po, a Ribera. Le condizioni dell’uomo era gravissime. Rimasto per poco più di un mese in coma farmacologico, non riprese mai conoscenza dopo la caduta.

Antonino Firetto, di 58 anni, lascia la moglie. Quel maledetto 29 ottobre scorso l’uomo avrebbe perso l’equilibrio mentre si trovava sopra un’impalcatura, facendo un volo di oltre tre metri con un forte schianto al suolo da cui ha riportato gravi ferite, anche alla testa.

Immediatamente i colleghi di lavoro hanno soccorso l’uomo trasportandolo all’ospedale F.lli Parlapiano, dove i medici, a causa della gravità delle ferite, hanno optato per il suo trasferimento al S.Elia di Caltanissetta, meglio attrezzato. Le sue condizioni furuno subito definite gravi.

Sull’incidente sul lavoro indagano i carabinieri della locale Tenenza. I funerali si svolgeranno molto probabilmente lunedì pomeriggio nella chiesa di San Nicola, nel popoloso quartiere Rinascita dove l’operaio abitava.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Partinico. Cade dalla moto e si schianta sull'asfalto: perde la vita un giovane di 21 anni Successivo Sciacca. Michele Ciancimino è morto improvvisamente: aveva 64 anni

Lascia un commento