Schema di bilancio. Urban Center precisa: “Bilancio ancora a fine anno, le tempistiche vanno rispettate”


Il presidente dell’Urban Center Dino Tanto interviene sul bilancio di previsione del 2016 del Comune di Sciacca – che doveva essere approvato entro il 30/04/2016 – rimarcando come i tempi giuridici portino ormai ad una ovvia considerazione: avremo un bilancio a fine anno.

dino-tanto

Considerazione perfettamente in linea con l’utimatum stabilito dal commissario della Regione, che ha dato all’ente comunale saccense il termine ultimo del 14 ottobre per predisporre lo schema di bilancio previsionale.

“A questo punto torna utile un ragionamento di conoscenza al cittadino. – dice il presidente dell’Urban Center –  Se il sindaco e la giunta riusciranno a predisporre lo schema del previsionale nei termini di tempo indicati dal commissario regionale – 14 ottobre c.a. – e quindi metterlo a disposizione degli organi competenti (Revisori dei Conti e Commissione Consiliare Bilancio) per essere valutato nel merito, atto preliminare dovuto per legge, affinché il consiglio comunale ne inizi la trattazione per l’approvazione definitiva, ancora una volta il documento finanziario sarà deliberato quasi a fine anno.

Infatti, – spiega Dino Tanto – a decorrere dal momento che la documentazione sarà acquisita dalle commissioni comunali deputate all’istruttoria di merito dello schema di bilancio, il loro parere non potrà essere depositato e reso pubblico al consiglio comunale riunito in seduta per deliberare il previsionale definitivo, prima del trascorrere del termine di venti giorni così come stabilito dal Testo Unico Enti Locali; anche per la convocazione della seduta consiliare dovrà essere rispettato il termine dei venti giorni che decorre dal momento che il consiglio ha avuto a disposizione lo schema del bilancio.

Tutto questo, poiché non è possibile una anticipazione di alcun passaggio procedurale in quanto sarebbero violate le prerogative dei consiglieri comunali; violazioni che darebbero luogo ad un a delibera consiliare illegittima ed annullabile. (Tar Puglia, Bari, Sentenza numero 1057 del 03/09/2014)”

Il presidente dell’Urban Center Dino Tanto è poi intervenuto anche circa la nuova legge numero 17 dell’agosto di quest’anno in materia di Enti Locali chiarendo che sarà l’ultima volta che il bilancio previsionale vedrà la luce alla fine dell’anno, in quanto la nuova legge stabilisce che il ritardo di approvazione rispetto ai termini di legge (marzo- aprile) comporterà la decadenza immediata del sindaco e del consiglio comunale in carica.

Ricordiamo inoltre che al momento è in pendenza un quesito da parte della Regione al CGA per chiarire se applicare la nuova normativa anche per le amministrazioni già in carica o renderla operativa soltanto per le amministrazioni elette da tornate elettorali successive all’entrata in vigore della citata legge.

In definitiva quindi, i cittadini in virtù di questa necessaria e buona legge, avranno risposte certe sull’andamento economico-finanziario del Comune con le giuste tempistiche e non più a fine anno, come fosse solo una mera presa d’atto.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.