Anziano commerciante, bastonato, legato e rapinato: fermato un pescatore


Un ottantenne è stato rapinato, prima colpito con un bastone, poi legato con dei cavi elettrici ed infine avvolto in alcune coperte.

carabinieri-mazara

Uno degli autori di questa aggressione sarebbe Riadh Ouerghi, 30 anni, pescatore di origine tunisina, che è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di rapina aggravata.

Riadh-Ouerghi-arresto-rapina-MazaraIl fatto risale al 30 maggio scorso, un commerciante di 80 anni di Mazara del Vallo, mentre stava per chiudere il suo negozio di mobili, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, sarebbe stato aggredito e colpito con un bastone, poi legato con dei cavi elettrici ed infine avvolto in alcune coperte.

La moglie della vittima, insospettita del mancato rientro a casa del marito e sopratutto da alcuni sospetti rumori provenienti dal piano superiore della propria abitazione, chiamò i carabinieri, i quali trovarono l’anziano legato e pieno di percosse.

I militari accertarono che furono rubati 400 euro, una fede in oro nonché il portafogli con documenti vari e un telefono cellulare. L’uomo fu ricoverato all’ospedale Villa Sofia di Palermo.

Le indagini degli investigatori si sono avvalse dei filmati degli impianti di videosorveglianza, dalla cui analisi è emerso che furono ben quattro i malviventi ha compiere la rapina . L’unico però che al momento secondo l’accusa, è stato riconosciuto e rintracciato è Riadh Ouerghi, che è stato fermato con l’accusa di rapina aggravata. .

FONTE: ANSA


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti