Arrestato un consigliere comunale: coltivava marijuana


Il copione è sempre lo stesso: una coltivazione di cannibis illegale ed il solito allaccio abusivo alla rete elettrica, in più è il terzo consigliere Comunale che commette lo stesso reato.

sequestro-cannabis

Dunque ancora un consigliere comunale con il “pollice verde”. Si tratta di Giovanni Ilacqua, 25 anni, eletto nella primavera del 2014 nelle file de L’Altra Spadafora, lista civica a sostegno dell’attuale sindaco Giuseppe Pappalardo, a Spadafora (ME). L’uomo è stato arrestato dai carabinieri insieme ad Antonino Lizzio di 49 anni, con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, infatti, in una casa rurale del paese del Messinese hanno scoperto e sequestrato una mini piantagione di marijuana.

I carabinieri, dopo una serie di appostamenti in contrada Serra Puntale, hanno fatto scattare il blitz sorprendendo Giovanni Ilacqua, nel vano tentativo di fare sparire le piantine. Progetto però fallito grazie all’arrivo dei militari, davanti ai quali i due non hanno potuto fare altro che soccombere alla perquisizione  durata diverse ore e che ha portato alla scoperta di sette piante alte un metro e altre due già in fase di essiccazione.

I militari hanno sequestrato l’intera area dove sono state rinvenute 7 piante alte 1 metro, altre due in fase di essiccazione, oltre a 60 grammi di sostanza stupefacente e a diverse lampade alogene e ventilatori, utilizzati per consentire alle piante di crescere al chiuso.

“Dulcis in fundo” come ormai è diventata la regola, è stato scoperto che l’impianto elettrico era stato allacciato abusivamente ad un palo della rete pubblica.

I due, entrambi incensurati, sono stati posti agli arresti domiciliari.

 

 


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti