Crea sito

ATI Commissariato dalla Regione, Valenti e direttivo offesi: “Abbiamo raggiunto tanti obiettivi”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

L’imbarazzo li ha colti, ma con lo stile che contraddistingue il presidente, il sindaco di Sciacca Francesca Valenti, adesso dall’Ati si dicono pronti ad azioni legali anche contro il provvedimento della Regione: “Ci opporremo in tutte le sedi opportune”

Si sono offesi e lo dicono loro stessi. I membri dell’ATI con il Sindaco Valenti di Sciacca in testa oggi scrivono infuriati contro la scelta della Regione di mandare un commissario per l’Ati Agrigentino: “Non c’è stato certo immobilismo. Riteniamo veramente un’ingiustizia ed un’offesa al lavoro dei sindaci che si sono dedicati con passione ed abnegazione ai lavori dell’ATI. Un’offesa alla sana politica, ai tanti risultati raggiunti”.

Poi nella nota, viene meticolosamente riepilogato tutto il lavoro svolto dall’Ati, una lista effettivamente non particolarmente lunga né ricca di elementi particolarmente rilevanti, e del resto, così devono averla pensata anche alla Regione, che ha disposto il commissariamento.

Nella nota, firmata da Francesca Valenti, Domenico Gueli, Margherita La Rocca Ruvolo, Alfonso Provvidenza, Ettore Di Ventura, Mirko Cinà e Nello Hamel, oltre a rivendicare il lavoro svolto si polemizza con la Regione: “Forse al governo e alla burocraiza regionale tutto ciò disturba. Bisogna farla finita con la stagione dei commissari. Si tratta di scelte che calpestano e sospendono la democrazia rappresentata dalle istituzioni nel territorio. Questo non lo accettiamo: il consiglio direttivo dell’Ati è pronto ad ogni azione di contrasto e lotta, in tutte le sedi, in assenza di risposte immediate del presidente della regione sulla revoca del commissariamento”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.