Finanziamenti regionali agricoltura. Silvio Caracappa: “I vertici del Consorzio AG3 hanno i miei stessi dubbi”


“Sarò anche poco informato sul tema che interessa  il finanziamento regionale pari a circa 3 milioni di euro e 500.000 ma vari esponenti del consiglio regionale ed  anche i vertici del Consorzio di Bonifica Agrigento 3, che ho sentito proprio stamattina, paventano i miei stessi dubbi e piuttosto che esultare, come ha fatto il consigliere Mandracchia, consigliano la massima prudenza su una vicenda che merita ben altro trattamento”.

Silvio-Caracappa

Così oggi il vicesindaco Silvio Caracappa che continua dicendo: “In attesa di conferme ufficiali, prime fonti parlano che di questi 3 milioni e 500 mila, circa 1 milione e 400 mila saranno impegnati per il pagamento degli stagionali a cui a tutt’oggi non sono garantiti gli adeguati compensi.

Relativamente ai rimanenti due milioni vige il riserbo più assoluto e non è assolutamente  vero che la norma approvata parla di benefici per i soli Consorzi che hanno aumentato le tariffe ma assume una lettura ben diversa e più generale.

Peraltro il consigliere Mandracchia dovrebbe sapere che il Consorzio di Bonifica Agrigento 3, stante la norma oggi  in vigore non ha affatto aumentato le proprie tariffe proprio perchè l’adeguamento a 19cm al mc NON CONSISTE IN UN AUMENTO ma è compreso già nella legge esistente approvata anni fa.

Ricordo che gli agricoltori per ovviare alla chiusura della fornitura hanno già pagato le somme richieste dal Consorzio Agrigento 3 e se non dovessero arrivare le risposte auspicate si rischia di vedere schizzare le tariffe a cifre alquanto vertiginose sia per gli anni ancora in sospeso e per il prossimo futuro.

Addirittura se dovessero entrare in vigore i cosiddetti Piani di Classifica, per determinate colture si andrebbe a rischiare una quintuplicazione dei canoni irrigui!!

Ecco perchè ritengo che l’attenzione sulla questione deve assolutamente  rimanere massima, sollecitando l’Amministrazione Regionale ad avviare presto un tavolo di confronto che ritengo quantomeno indispensabile vista l’incertezza di questa fase.

Occorre  un provvedimento che vada a sopprimere l’Art. 47 in vigore in modo da riconfermare il sostegno economico che la Regione ha garantito negli anni precedenti ai Consorzi quando la situazione era ben diversa da quella attuale.

Altrimenti se così non fosse rischiamo davvero di trovarci per i prossimi anni di rischiare un vero e proprio disagio sociale ad una categoria come quella degli agricoltori che,  non usufruendo di benefici da parte della Politica Regionale, rischierebbero di avere interamente a proprio carico i costi di gestione.

Sulla viabilità rurale – continua il vicensindaco – confermo che gli interventi sino ad oggi effettuati in città sono stati realizzati da fondi comunali. Gli interventi di questi anni , a differenza di quanto sostiene Mandracchia, hanno comportato una spesa di circa Euro 300.000,00 e hanno interessato varie zone rurali della città.

Siamo pronti con una serie di progetti ed attendiamo il via ufficiale dei prossimi bandi comunitari per comprendere meglio le possibilità di finanziamento in un territorio comunale come il nostro dove il fabbisogno di interventi è davvero notevole. Inoltre questo Assessorato negli anni si è impegnato per promuovere la nostra produzione di qualità.

Testimone è il fatto di essere stati presenti presso manifestazioni legate al mondo dell’agroalimentare, tra cui ricordiamo con successo la presenza all’EXPO di Milano. Proprio nei prossimi giorni per il 4° anno consecutivo saremo presenti al BLUE SEA LAND di Mazara del Vallo cercando di offrire il meglio della nostra produzione agricola e non.

Mi auguro che il consigliere Mandracchia, propenso quasi giornalmente ad essere presente sulla stampa, possa assumere un atteggiamento ben diverso, spogliandosi dalle appartenenze  partitiche ed assumendo una funzione più vicina all’interesse vero del mondo agricolo che oggi più che mai ha bisogno di meno prese di posizione e maggiori fatti concreti”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.