Germania, Coronavirus. Suicida Ministro Finanze dell’Assia: “Non vedeva vie d’uscita economiche”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

La crisi economica generata dal Coronavirus è tanto seria da indurre al suicidio un ministro delle Finanze? Sì, stando alle parole di Volker Bouffier Presidente dell’Assia, uno dei 16 stati federali della Germania.

Shock in Germania: il ministro delle Finanze dell’Assia, Thomas Schäfer, Cdu, personaggio molto noto e stimato non soltato nel suo land ma in tutta la Germania, si è tolto la vita nella notte di sabato 28 marzo, pare, lanciandosi sotto un treno.

Il cadavere dell’uomo, con alle spalle 20 anni di politica di cui 10 da ministro delle Finanze, è stato ritrovato sabato mattina accanto ai binari dell’Ice, il treno superveloce tedesco, nei pressi di Hochheim.

Schäfer era Ministro delle Finanze di uno dei Land più ricchi della Germania: sede della Banca centrale europea, della Deutsche Bundesbank e della borsa di Francoforte, l’Assia è definita la principale regione finanziaria dell’Europa continentale.

Il ministro nei giorni scorsi aveva presentato al Bundesrat – la camera dei Land – un budget supplementare per svariati miliardi per far fronte all’emergenza Covid-19, ma da quanto appreso, sarebbe stata proprio la pressione crescente e senza precedenti della pandemia sull’economia a far commettere l’insano gesto all’uomo, che lascia moglie e due figli.

Secondo quanto riferito da “La Repubblica.it”, il quotidiano tedesco “Faz” nell’articolo dedicato alla morte del ministro aveva citato anche una lettera d’addio in cui Schäfer non avrebbe parlato direttamente del virus ma avrebbe definito “senza speranza” il futuro sociale ed economico del suo Land. Successivamente il quotidiano avrebbe deciso di rimuovere dal web il dettaglio della lettera d’addio, ma sui social media continuano a circolare gli screenshot.

Volker Bouffier, Presidente dell’Assia ha reso una dichiarazione pubblica molto toccante stamattina, in ricordo del Ministro:“Devo presumere che le preoccupazioni per l’impatto economico del coronavirus lo abbiano schiacciato. Evidentemente non vedeva più vie d’uscita. Era disperato e ci ha lasciati. La sua principale preoccupazione è stata l’aspettativa enorme dei cittadini per gli aiuti finanziari in arrivo.

La sua morte è anche una grande perdita per il nostro Paese. Perdiamo una personalità eccezionale con lui e molti di noi perdono un amico e un compagno leale”.

Grande cordoglio è stato espresso da tutto il mondo politico tedesco.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Cronaca, Politica, Prima Pagina, Regione , , , , ,

Informazioni su Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.

Precedente Sicilia. Coronavirus. 1330 i malati, 88 più di ieri: 368 a Catania, 266 a Messina, 65 morti e 65 guariti Successivo Gela (CL). Due fratelli ai domiciliari si accoltellano: uno rimane ferito e sottoposto ad intervento chirurgico