Musumeci “mollato” da Forza Italia e Lega avrebbe deciso: domani annuncerà le dimissioni anticipate

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci ha convocato per le 12 di oggi la giunta per comunicare agli assessori di avere deciso di dimettersi

La decisione delle dimissioni anticipate arriva dopo l’addio di Lega e Forza Italia e infatti il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè ha commentato: “Lo farà venerdì, convivere con lui non è stato facile”.

La convocazione della giunta di questa mattina è un passaggio informale necessario per varare una valanga di provvedimenti di fine legislatura chiudendo così tutti gli ultimi fascicoli ancora aperti nei dipartimenti. Sempre oggi il Presidente della Regione, invierà una lettera a Gianfranco Micciché con la richiesta di convocazione di una seduta straordinaria dell’Ars per “comunicazioni del presidente”. Di fatto sono gli passaggi che fecero sia Cuffaro che Lombardo quando si dimisero nel 2008 e nel 2012.

Ieri sera all’Ars  è stata approvata la maxi manovra da 911 milioni ed a fine seduta il presidente dell’Ars ha convocato l’aula per domani alle 11. Ma da voci di corridoio arrivano notizie che visto gli impegni già presi da Musumeci,  le dimissioni dovrebbero essere ufficializzate nel primo pomeriggio di domani.

Con le dimissioni la Sicilia si avvia al voto anticipato, che sarà accorpato alle elezioni Politiche nazionali già fissate per il 25 settembre. Automaticamente a quel punto scatteranno i termini di legge per la presentazione delle liste operazione da farsi tra il 24 e 25 agosto, appena quattro giorni dopo la scadenza per le liste delle Politiche.

La coalizione di centrodestra dopo le liti di questi mesi, avrà pochissimo tempo per scegliere il candidato che dovrà succedere a Musumeci, ma la quadra al momento sembra non semplice da trovare. Tanti i nomi in ballo, Miccichè ha lanciato Stefania Prestigiacomo, ma non piace gli alleati, la Lega punta sul segretario regionale Minardo e poi c’è il governatore uscente che ancora spera in un miracolo dell’ultimo momento.

Lascia un commento