Sciacca. Al via progetto videosorveglianza cittadina: richiesto 99mila euro di mutuo, ecco a cosa servirà

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Date le note difficoltà economiche comunali con questi primi 99mila euro si provvederà alla creazione di un’infrastruttura adeguata all’utilizzo e gestione di molte telecamere, ma quelle effettivamente acquistate saranno inizialmente relativamente poche

E’ stata pubblicata una determina del Comune di Sciacca per la predisposizione della richiesta entro gennaio 2020 di un mutuo da 99mila euro alla Cassa Depositi e Prestiti per il finanziamento di un progetto di videosorveglianza cittadina. Responsabile del progetto è il Commissario Dott. Salvino Navarra.

Il progetto si muove sulla falsa riga dell’originaria proposta di un impianto di videosorveglianza che però prevedeva una valore di 300mila euro. Le casse comunali evidentemente e notoriamente poco floride non hanno permesso però un tale investimento costringendo a ridurre di ben due terzi la possibilità di spesa.

Per questo nel progetto a cui si sta lavorando si è previsto di creare le infrastrutture necessarie al funzionamento dell’apparato, partendo dalla sala di controllo fino ai diversi ripetitori necessari alla trasmissione dei dati dalle telecamere a causa della particolare conformazione geografica della città.

La forte riduzione di spesa – da 300 a 99mila euro – ha quindi obbligato l’amministrazione a dover limitare l’acquisto effettivo di telecamere che inizialmente saranno in numero ridotto, probabilmente attorno alla ventina di unità; tale numero è previsto che sarà aumentato nel tempo, non andando a gravare sull’enorme capacità di gestione dell’infrastruttura prevista.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Agrigento. Convegno architetti su “Norme tecniche 2018 Sisma Bonus e Sblocca Cantieri” Successivo Sciacca. Monte: “Samonà, persi per scelta i finanziamenti, il sindaco ha seguito il metodo Bilbao”

Lascia un commento