Sciacca Democratica su tassa rifiuti: “La cittadinanza spera di vedere ridotta la tassa”


I Consiglieri Comunali del Gruppo “Sciacca Democratica” hanno presentato oggi un’interrogazione all’amministrazione Di Paola.

tari

Al fine di sapere se intenda portare a conoscenza del Consiglio comunale e della cittadinanza il dettaglio dei costi affrontati dal Comune di Sciacca per lo smaltimento dei rifiuti in discarica; in che misura incidano tali spese sul costo totale del servizio rifiuti; su quanto incidano le misure adottate in tema di raccolta differenziata; se l’ufficio preposto abbia già redatto un apposito piano finanziario; se vi sia il rischio di un aumento della tassa rifiuti o se le misure adottate possano consentire una riduzione o almeno un mantenimento dell’attuale pressione fiscale; se l’amministrazione comunale ritenga necessario, in via preventiva, relazionare al Consiglio comunale e al comunità saccense in merito ai costi del suddetto servizio, anche alla luce delle ultime vicende collegate all’emergenza regionale in tale settore.

I consiglieri Filippo Bellanca, Cinzia Deliberto, Santo Ruffo e Giuseppe Ambrogio ricordano come infatti la tassa sui rifiuti solidi urbani aumenta di anno in anno ed è ormai diventata un incubo per cittadini e commercianti.
“La pressione fiscale sta determinando gravi ripercussioni sulla realtà socio-economica dell’intera cittadinanza”, dicono: “anche i costi per il conferimento dei rifiuti in discarica sono lievitati a causa dell’emergenza verificatasi nell’intera Regione Sicilia; che, nonostante gli aumenti della tassa sui rifiuti, si continuano a registrare inefficienze nel servizio raccolta”.Inoltre, appare, ad oggi, concreto il rischio che si arrivi ad un ulteriore aumento di tale balzello, al fine di coprire i maggiori costi di conferimento dei rifiuti in discarica.

Tuttavia i consiglieri appaiono comunque moderatamente fiduciosi sulla questione, ritenendo che siano in atto alcune misure riguardanti la raccolta differenziata che potrebbero portare a risparmi gestionali, che forse potrebbero portare ad un lieve abbassamento della tassa.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.