Sciacca. Intercultura: “Oggi 10 studenti saranno premiati nella sala Blasco del Comune”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Oggi 10 giugno, alle ore 17:00, presso la sala Blasco del Palazzo Comunale di Sciacca, ci sarà la premiazione dei vincitori del concorso di Intercultura alla presenza del Sindaco Francesca Valenti e dei Sindaci del territorio

Nel corso della cerimonia, saranno consegnati gli attestati ai ragazzi stranieri ospitati con Intercultura e alle loro famiglie.

Dalla provincia di Agrigento al mondo! Ancora una volta si conferma il desiderio delle famiglie del nostro territorio di arricchire la formazione dei propri figli con un’esperienza internazionale. Partiranno adolescenti e torneranno uomini e donne più pronti a prendere in mano le loro vite e a muoversi con maggiore disinvoltura nella nostra società sempre più globalizzata e interdipendente.

In tutta Italia quest’anno quasi 7.000 studenti hanno partecipato al bando di concorso dell’Associazione Intercultura aderendo a uno dei programmi proposti: nella maggioranza dei casi, un intero anno scolastico oppure un periodo da 2 a 6 mesi in una scuola estera o, in alternativa, un soggiorno linguistico della durata di un mese durante l’estate. Sono stati selezionati circa 2.200 studenti italiani (l’anno precedente erano 2.225), che a partire da fine giugno prenderanno il volo verso tutti i continenti. Molti di loro, circa i tre quarti, lo faranno grazie alle centinaia di borse di studio, totali o parziali, che Intercultura è riuscita a mettere a loro disposizione grazie al proprio fondo interno o grazie a un dei tantissimi enti ed aziende sponsor che sostengono il programma tra le quali la I.L.S.O. di Michele e Vincenzo Sarullo di Ribera

Tra i 2200 vincitori 10 sono gli studenti selezionati dai volontari di Intercultura del Centro locale di Sciacca:

Agostino Cascio, di Montevago, alunno dell’IIS Fazello di Sciacca, un anno in Cina

Chiara Cusumano, dell’IIs Crispi di Ribera, un anno in Ungheria

Lara Montalbano di Cianciana, alunna dell’IIS Pirandello di Bivona, un anno in Argentina

Chelsea Maurici dell’IIS Crispi di Ribera, un anno in Argentina

Giada Di Grigoli. dell’IIS Crispi di Ribera, un anno in Russia

Roberta Ingenito dell’IIS Fazello di Sciacca, un anno negli USA

Michele Quartararo dell’IIS Crispi di Ribera, un anno in Costarica

Iris Russo dell’IIS Fermi di Sciacca, un anno in Irlanda

Leonardo Smeraglia. dell’IIS Crispi di Ribera, un anno in Canada

Serena Gulisano dell’IIS Fermi di Sciacca che partirà per un programma estivo in Irlanda

I dieci ragazzi stanno partecipando a una serie di incontri di formazione organizzati dai volontari di Intercultura di Sciacca per poter arrivare preparati ad affrontare i momenti più belli, ma anche quelli più complessi della loro esperienza all’estero, e soprattutto a sfruttare al meglio la irripetibile opportunità di entrare in contatto con una cultura diversa dalla propria di origine, ospiti di una famiglia e frequentando una scuola locale. Non basta un viaggio all’estero o conoscere una lingua straniera per diventare “cittadini del mondo”: grazie alla formazione impartita, questi adolescenti impareranno a entrare nel profondo della società ospitante, a comprenderne le caratteristiche meno visibili, a confrontarle con la propria identità nazionale. Ritorneranno in Italia come persone mature, indipendenti, autonome, ma soprattutto dotati della consapevolezza di essere “un ponte tra le culture” in un momento storico dove la crisi del dialogo interculturale è sempre più acuita nonostante viviamo in un mondo globalizzato e interconnesso.

Anche per questo motivo all’estero, questi studenti saranno gli ambasciatori di Cianciana, Montevago, Ribera e Sciacca, e avranno il compito e l’onore di far conoscere la nostra cultura al di là di stereotipi e pregiudizi.

A insignirli, nel corso di un’apposita cerimonia di premiazione lunedì 10 giugno, ore 16:00, presso la Sala Blasco del Municipio di Sciacca, con la consegna di una pergamena attestante la vincita del concorso di Intercultura, saranno le Dirigenti Scolastiche delle scuole di provenienza, le proff. Antonina Triolo dell’IIS Crispi di Ribera, Giuseppina Diliberto dell’IIS Fermi di Sciacca, Giovanna Bubello dell’ISS Pirandello di Bivona e Giovanna Pisano dell’IIS Fazello di Sciacca .

Oltre alla Sindaca Francesca Valenti di Sciacca, i Sindaci di Ribera Carmelo Pace e di Montevago Margherita La Rocca, consegneranno un attestato ai sei ragazzi stranieri ospitati nelle loro cittadine ed alle loro famiglie italiane:

Keireny Cuevas Marte, detta Key, dominicana, ospite di Vittorio e Anna Russo a Santa Margherita Belice.

Enyer Grey Severino, detto Angelo, dominicano, ospite di Angelo e Sara Distefano a Ribera

Alonso Lopez Figueroa, cileno, ospite di Antonio e Giusy Cucchiara a Sciacca

Eugenia Isabella Marquina Serrano, detta Isabella, venezuelana, ospite di Giovanni e Antonella Abbruzzo a Ribera

Achiraya Papkin, per tutti Nadia, tailandese, ospite di Franco e Giusy Barroveccio a Ribera

Bojana Zivalievic, serba, ospite di Patrizia Giglietta e Chelsea Maurici a Ribera

Studenti e famiglie interessati ai programmi all’estero possono contattare Dominique Adelaide, responsabile dei programmi all’estero del Centro locale di Sciacca, al 349 4341080., per l’ospitalità Maria Dimino al 349 2821866

Intanto, è già prenotabile sul sito www.intercultura.it il prossimo bando di concorso di Intercultura per i programmi all’estero per l’anno scolastico 2020-21. A partire da luglio il bando sarà disponibile anche sul sito dell’Associazione. Ci si può iscrivere al concorso dal 1 settembre al 10 novembre 2019. Il concorso è riservato a ragazzi nati tra il 1 luglio 2002 e il 31 agosto 2005 (indicativamente 15-17 anni di età). Circa 65 le mete possibili in tutti e 5 i continenti.

Come ogni anno gli studenti delle scuole superiori italiane possono concorrere per più di 1.500 borse di studio totali o parziali che consentono la partecipazione ai programmi agli studenti più meritevoli e bisognosi di sostegno economico (le borse coprono una percentuale della quota di partecipazione variabile tra il 100% e il 20% della stessa). Quasi un migliaio provengono dall’apposito fondo di Intercultura; altre centinaia, tra borse di studio totali e contributi parziali, dalla collaborazione tra la Fondazione Intercultura e diverse aziende, come la I.L.S.O., banche, fondazioni ed enti locali (l’elenco viene via via aggiornato sul sito www.intercultura.it).


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Ragusa. Guidava ubriaco: arrestato il compagno della 38enne morta nell'incidente di stanotte Successivo Tennis club Sciacca. Progetto “integrazione persone con diverse abilità”: incontro con il Pres. Reg. Palpacelli