Tenta un furto in un appartamento approfittando dell’assenza del proprietario: 34enne arrestato


Tentato furto nella serata di ieri. Il colpo non è andato a buon fine, grazie alla segnalazione pervenuta ai Carabinieri.

furti-appartamento

A finire in manette grazie all’intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata è stato : Calderaro Gabriele, classe 1982, disoccupato licatese già ben noto alle FF.OO., in atto sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, poiché resosi responsabile del reato di tentato furto aggravato in abitazione.

In seguito ad una segnalazione pervenuta sul 112, i carabinieri sono intervenuti prontamente in via Taschetta, nel centro città di Licata, presso un appartamento di proprietà di un bracciante agricolo, al cui interno è stato sorpreso ed arrestato il 34enne mentre era intento a sottrarre un tablet, nonché uno stereo ed altri effetti personali.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La refurtiva sequestrata è stata restituita al legittimo proprietario.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.