Crea sito

Caltabellotta (AG). Storia e cultura: Calistenìa alla Cupola Geodetica, evento dell’ass. Kràtas meditation center

Powered by Rock Convert

Il 4 Agosto 2020 alle ore 19:00, Caltabellotta sarà il teatro di un evento storico culturale, “Calistenìa alla Cupola Geodetica”, curato da Gioele Primo e Alberto Caruso

A Caltabellotta oltre al suggestivo e caratteristico paesaggio, antica città Sicana di Camico sulle cui rovine sorge la greca Triocala che deve il suo nome a tre caratteristiche naturali che circondano il Paese montano tra cui: la “rocca” che la rendeva inespugnabile; “l’abbondanza delle acque” e la “fertilità” delle sue campagne è possibile anche assistere al “KRÀTAS MEDITATION”, una manifestazione curata dall’in provincia di Agrigento.

L’evento del KRÀTAS CENTER, associazione culturale di Caltabellotta, si svolgerà il 4 agosto 2020 alle ore 19:00 in Contrada Cottonaro nel caratteristico paese montano. Un motivo in più per andare alla scoperta di questo caratteristico Borgo di Caltabellotta, un luogo antico ricco di storia e tradizioni.

La CALISTENÌA (dal greco Kalòs) significa bello e (sthènos) e forza, è uno sport relativamente recente che si ispira a pratiche ginniche dell’Antichità; attraverso un gioco di equilibrio fisico e mentale. La calistenìa rende il corpo più bello e i rapporti umani più sensibili.

“KRÀTAS MEDITATION CENTER” è immersa al centro di un agro di 16 ettari di ulivi a macchia mediterranea con un caseggiato composto di tante camere provviste di servizi igienici e 2 grandi cucine, una delle quali per vegetariani.

Il centro è provvisto di una Cupola Geodetica, unica in Sicilia, del diametro di m. 12 dove è possibile tenere spettacolo e pratiche di ogni genere: danza, yoga, meditazione, canto, sport. Il centro ovviamente non ha scopi di lucro, religiosi, politici, filosofici. È aperto a tutti quelli che amano la pace e il rispetto verso tutti gli esseri viventi: “Mens sana in corpore sano”.

Per l’organizzazione dell’evento si ringrazia Enzo Mulè studioso-storiografico.

Valeria Tornambè

Pubblicato da Valeria Tornambè

Valeria Tornambe' nata a Sciacca il 27/07/1990 (AG); studentessa universitaria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo; lavorato presso la Sicom di Sciacca e collaboratrice della testata giornalistica Fatti & Avvenimenti. Da sempre con una passione innata e sfrenata per la scrittura. Scrivere fa bene all'anima, rilassa la mente, aiuta la memoria, mette in ordine i pensieri e fa bene all'umore. Infatti basta prendere in mano una penna e un foglio per far volare in alto la nostra anima, immergendoci dunque in un mondo idilliaco, "tutto nostro " e interagendo con il nostro "io interiore" , vero e profondo. Scrivere è leggere in se stessi, libera l'anima ed è assolutamente gratis! Del resto: che mondo sarebbe senza la scrittura? Un mondo assolutamente privo di sentimenti, di cultura e di amore. La scrittura ci rende essere speciali, unici e ci apre la porta verso la felicità. Coniato il mio motto: "la scrittura è vita."