Rubano la chiave di casa, poi gli svaligiano l’appartamento: ripresi da un telefonino mentre si dividono l’oro: arrestati


Un furto in appartamento apparentemente facile, facile: prima rubano la borsa a una signora, poi rovistando dentro vi trovano le chiavi di casa, una settimana dopo, gli svaligiano l’appartamento.

ladri-ragusa

É successo a Ragusa, secondo le prove acquisite dall’accusa, due uomini, Enrico Scenna, di 36 anni di Palermo e Alessandro Scatà, 24enne di Ragusa, si sono resi rei di furto in appartamento, nel quale sono entrati con le chiavi precedentemente rubate alla proprietaria, la quale maldestramente, nonostante avesse subito il furto della borsa con dentro le chiavi, non ha avuto l’accortezza di sostituire le serrature, consentendo ai due malviventi di entrare senza colpo ferire nella sua abitazione e di rubare oggetti d’oro, per un valore di 7mila euro.

Ma i due ladri, poche ore dopo il furto perpetrato nell’abitazione, sono stati bloccati dagli agenti della squadra mobile della Questura, che li hanno identificati grazie alle riprese video fatte con un telefonino da un signore che era in attesa in una sala medica vicina all’appartamento, il quale ha notato i due, su uno scooter fermo, dividersi gli oggetti d’oro appena sottratti. L’uomo, ha subito intuito da dove potessero provenire quegli oggetti e ha deciso di filmare con il telefonino la “spartizione”, poi ha immediatamente avvisato la polizia.

I due, erano vecchie conoscenze delle forze dell’ordine e gli agenti, dopo avere visionato il filmato, li hanno subito riconosciuti. È scattato quindi l’arresto , ma la squadra mobile ha fatto di più, riuscendo anche a recuperare la refurtiva che era stata venduta a un “compro oro” di Comiso che ovviamente, è stata restituita alla legittima proprietaria.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti