Spazi pubblici a privati. Bellanca: “Necessario capire i criteri usati dall’amministrazione”


In riferimento al recente utilizzo di spazi pubblici da parte di soggetti privati interviene oggi il consigliere al civico consesso saccense Filippo Bellanca.

Bellanca-Filippo

“E’ necessario capire i criteri utilizzati dall’Amministrazione comunale e dagli uffici preposti e individuare, concretamente, quali benefici abbia prodotto la locazione di tali beni”.

Bellanca ha sollecitato oggi Paolo Mandracchia nella veste di Consigliere anziano della Commissione Consiliare Bilancio sulla necessità di una convocazione urgente di tale organismo per chiamare in audizione l’Assessore al ramo e il Dirigente di ragioneria e affrontare le questioni che in questi giorni sono state in più occasioni al centro di polemiche e discussioni.

“Tutto ciò senza volere intaccare la qualità delle iniziative proposte da vari soggetti privati, – si affretta a specificare Bellanca – ma esclusivamente per  rendere trasparente tale attività pubblica e sgombrare il campo da sospetti ed equivoci che in questi giorni sono emersi. E’ assolutamente prioritario che vengano resi pubblici nel dettaglio le concessioni assegnate e i benefici in termine di incasso e d’immagine che le manifestazioni proposte hanno prodotto”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.