Di Paola e Testone: le polemiche sul plesso scolastico “San Francesco” sono ingiustificate


Il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Antonietta Testone, con una nota, rispondono alle polemiche di questi giorni, riguardanti le voci sul trasferimento di alunni dal “San Francesco” in altri plessi.

testone-ass.

I due amministratori comunali, considerano esagerato e d infondato, l’allarmismo creato sulla vicenda: “L’Amministrazione comunale sta valutando le migliori soluzioni per il prossimo anno scolastico, 2017-2018, per il Plesso “San Francesco” ospitato nella parrocchia Beata Maria Vergine di via Cappuccini e le ipotesi al vaglio riguardano, comunque, solo le nuove iscrizioni”.

E continuano: “Abbiamo voluto informare e, dunque, tranquillizzare le famiglie sulla decisione assunta dall’Amministrazione comunale, perché abbiamo avuto notizia di un infondato allarmismo. Stiamo valutando ipotesi che tutelano i genitori e gli stessi alunni, a garanzia degli equilibri e dell’organizzazione familiare, che non andranno sconvolti con un trasferimento non concordato in altra destinazione disponibile ed appartenente allo stesso istituto comprensivo Dante Alighieri.”

Ed ancora: “Ricordiamo, che l’allocazione in Via Cappuccini delle classi appartenenti al comprensivo Dante Alighieri doveva all’origine essere provvisoria. Una soluzione va trovata. I frati Cappuccini, per loro esigenze, hanno tra l’altro manifestato quest’anno pure la difficoltà del perdurare di tale situazione. Si devono anche considerare i costi che l’Amministrazione pubblica affronta per affrontare le spese di questi locali”.

Ed infine: “L’Amministrazione comunale porterà avanti una soluzione che guarderà solo all’interesse di carattere generale, a tutela della collettività scolastica”.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti